Lavori e potenziamento ex ospedale di Sant’Arsenio: l’Asl Salerno stanzia oltre 2 milioni di euro. Al “Curto” 370 mila euro

Con delibera del Direttore Generale dell’Asl Salerno con la quale si approva il programma triennale delle opere pubbliche, l’azienda sanitaria salernitana ha stanziato 2 milioni e 100 mila euro nella sezione “Ulteriori nuovi lavori”  per le opere di riqualificazione e potenziamento dell’ex ospedale di Sant’Arsenio. Risorse che si vanno a sommare a poco più di un milione di euro di fondi statali. Fondi che permetteranno di attuare quanto previsto dall’atto aziendale dell’Asl Salerno approvato tre anni fa dalla Regione Campania. Il documento prevede per l’ex struttura ospedaliera di Sant’Arsenio una Struttura Polifunzionale della Salute: quindi un Hospice , un “Ospedale di Comunità”, la “Sir”ed una “Struttura per la doppia diagnosi”. Tutti con 10 posti letto ciascuno. Insomma sembra concretizzarsi quello che fino ad ora era solo un progetto su carta: riqualificare una struttura ospedaliera, fiore all’occhiello nel territorio salernitano fino a non molti anni fa. Nella delibera pubblicata, sull’albo pretorio dell’Asl Salerno, che stila il programma triennale delle opere pubbliche è previsto che per i lavori di adeguamento alla normativa anti incendio all’ospedale “Luigi Curto” di Polla vengano destinati 370 mila euro. Si tratta di Fondi Cipe. Lo schema di programma triennale 2020/2022 e l’elenco annuale 2020 approvato con delibera del direttore generale ammonta ad oltre 45 milioni di euro e prevede una serie di interventi in numerose strutture ospedaliere del salernitano.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#