Diplomi falsi per lavorare nelle scuole di Pistoia: indagini anche in provincia di Salerno

Diplomi falsi e con punteggi altissimi per lavorare come bidelli a Pistoia. Nei guai 19 collaboratori scolastici precari della Campania, dei quali una decina di Salerno, che hanno ottenuto un incarico a tempo determinato nelle scuole toscane dichiarando un diploma fasullo e gonfiato emesso da scuole paritarie campane compiacenti. Aperti fascicoli d’indagine per i reati di falso e truffa aggravata ai danni dello Stato. Le indagini, iniziate a fine 2018 dalla Procura di Pistoia, hanno fatto luce su gravi irregolarità nelle graduatorie di terza fascia del personale Ata nel Pistoiese per gli anni scolastici 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020, bandite con decreto ministeriale numero 640 del Miur. I carabinieri hanno individuato alcuni istituti scolastici paritari della Campania, accertando che avevano rilasciato illegittimamente diplomi di qualifica professionali col massimo punteggio, consentendo così agli utilizzatori di scavalcare diverse posizioni in graduatoria. Le indagini hanno coinvolto, per gli accertamenti, scuole paritarie situate a Nocera Inferiore, Agropoli, San Marco di Castellabate, Nola e Santa Maria Capua Vetere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *