Continua la rassegna nazionale “Teatro in Sala”, in scena la commedia “Aggia ji a dda’ parola”, ospite della serata Pasquale Di Maria

Successo di pubblico al “Mario Scarpetta” di Sala Consilina, per lo spettacolo “Aggia ji a dda’ parola” testo di libera ispirazione diretto da Biagio Carlomagno della compagnia teatrale “La Fenice “di Atena Lucana. Settimo appuntamento, dunque, quello di domenica 9 febbraio, della rassegna nazionale “Teatro in Sala”, giunta alla XXIV edizione, per la stagione 2019/2020, lo spettacolo in tre atti rappresenta la classica commedia brillante. 

Ma per saperne di più abbiamo avvicinato il regista, prima dello spettacolo, Biagio Carlomagno al quale sono state rivolte le seguenti domande:

-Da quando tempo e come è nata la compagnia “La Fenice”?

“La compagnia è nata nel 2005, ha avuto un momento di pausa e poi “risorge come la fenice” presso la parrocchia del paese, nel 2017 si ricostituisce la compagnia arricchendosi di nuovi componenti, da tre anni ci esibiamo anche fuori dal territorio atenese”

-Quale argomento tratta la commedia? 

“Il lavoro teatrale rappresenta i tradimenti coniugali in ambito familiare, il perno della commedia è la signora Sanguetti, moglie di un medico, che rappresenta la tipica donna casa e chiesa, ma una volta scoperta l’infedeltà del marito, con la scusa di visitare i suoi pazienti, lei decide di vendicarsi con il primo che capita, di fatti viene coinvolto involontariamente l’avvocato Callucci e da qui si dipanano una serie di vicende strambe ed ingarbugliate, dal risultato assai esilarante”

-Il rapporto con i componenti della compagnia e quanti sono? 

“Si tratta di un cast di venti persone che si alternano con vari compiti, dall’attore al tecnico audio, la nostra è una Compagnia teatrale amatoriale che cerca di impegnarsi per conciliare i propri orari di lavoro con quelli delle prove, nei miei lavori cerco di equilibrare le parti tra i vari personaggi, l’attività di drammatizzazione alla fine è un mezzo per riunire il gruppo, per socializzare e coltivare la cultura del teatro”

-Progetti futuri nel cassetto?

“Per metà marzo, avrei intenzione, con la compagnia, di affrontare un nuovo lavoro teatrale. Nel frattempo mi auguro che il nostro pubblico ci segua come sempre e ci sostenga in tutte le nostre future rappresentazioni”.

 

Ad aprire la serata il “ talento” Pasquale Di Maria, di Sala Consilina fratello dell’attore Andrea Di Maria. Anche Pasquale opera nel mondo del cinema e dell’immagine. Regista e fotografo, lavora come assistente alla regia sul set della terza stagione della nota serie televisiva Rai ‘I Bastardi di Pizzofalcone’. Insegna regia e sceneggiatura presso ‘Scuola di Cinema di Napoli’, per cui ha scritto e diretto il cortometraggio ‘Un amore mai visto’ classificatosi secondo al concorso ‘Arte che cura’. Ha lavorato nel reparto regia per varie produzioni audiovisive tra cui la factory Casa Surace. Si avvicina alla fotografia nel 2013 con il progetto di ricerca‘Vallo a conoscere’, rivolto al turismo sostenibile delle aree interne del Sud Italia che ha ideato e per il quale ha eseguito reportage fotografici e walking tour nel Vallo di Diano, in Irpinia, in Basilicata e a Napoli. Nel 2019 ha partecipato alla maratona internazionale di streetphotography ‘24hourproject’ con alcuni scatti del centro storico di Napoli poi ripresi dal quotidiano “La Repubblica”. 

Nel corso dell’intervista Pasquale Di Maria ha esposto le peculiarità del suo lavoro d’insegnante e regista, del rapporto magico con i suoi allievi più piccoli, e delle sue esperienze lavorative in vari campi artistici, ha sottolineato l’importanza di sostenere i talenti del posto e del legame con il territorio, da valorizzare anch’esso, ricco di siti adatti per varie produzioni e naturalmente il forte legame con la sua famiglia. 

Presente in sala una rappresentativa di studenti della classe 3 B ITIS del Cicerone di Sala Consilina per il PCTO (Alternanza scuola-lavoro) impegnati nell’assistenza tecnica-audio-video, grazie alla convenzione stipulata tra l’istituto e l’associazione “I ragazzi di San Rocco”.

Hanno presentato la manifestazione Katia Luciano e GianMarco Ungaro.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#