Tasso investito e lasciato a bordo strada: recuperato e salvato dai voloontari Enpa di Salerno

Tasso investito, salvato dai volontari dell’Enpa di Salerno. Dopo il recupero a bordo strada, i volontari enpa lo hanno subito trasportato al Cras di Napoli. Qui i medici lo hanno subito visitato per capirne le condizioni. Purtroppo chi l’ha investito ha pensato bene di lasciarlo lì, infrangendo una legge dello Stato , oltre che etica, che obbliga a prestare soccorso .

Fortunatamente un cittadino ha avvisato i volontari che hanno provveduto al delicato recupero e trasporto al Centro Recupero Animali Selvatici. Dopo le cure ed un periodo di riabilitazione il tasso era pronto per tornare nel suo habitat, magari in un posto idoneo . E così la Protezione Animali ha provveduto a trasportarlo in un luogo adatto e liberarlo.

Il Tasso predilige habitat forestali e di macchia. Ha corpo tozzo, lungo circa 60 cm, arti corti e robusti adatti allo scavo, con unghie forti, pelame nero sugli arti e sulle parti ventrali, chiaro sul dorso con due strisce nere ai lati del muso e della testa, che si prolunga in un grosso naso; la coda, lunga circa 20 cm, è bianca. Scava o utilizza tane scavate da altri animali (volpe, istrice), con i quali a volte le condivide: i rifugi si articolano in complessi sistemi di gallerie, con diverse uscite, dove trova rifugio e alleva i piccoli; è onnivoro. Può avere comportamento sociale o solitario.

“Questi brevi momenti in cui gli animali scappano via dai trasportini o dalle scatole ci ripagano dei sacrifici fatti per recuperarli” – commentano i volontari – “sarebbe bello poter notare più empatia nei confronti degli animali che convivono intorno a noi”.

Un ringraziamento ai medici del CRAS di Napoli per la loro professionalità.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#