Al via prevenzione tiroide al Centro Analisi Biochimica di Padula, Atena Lucana e Battipaglia

Continuano con successo, al Centro Analisi Biochimica del dott. Virginio Albanese, le campagne di prevenzione dallo slogan “La Linea giusta è prevenire.

Il mese di marzo è dedicato alla prevenzione della tiroide.

“La tiroide – fanno sapere i biologi del Centro Analisi Biochimica –  è una ghiandola endocrina situata alla base del collo che somiglia a una farfalla, perché composta da due lobi a forma di ali. Ricopre un ruolo fondamentale nel controllo del metabolismo corporeo poiché controlla la crescita, lo sviluppo e l’omeostasi delle cellule e dei tessuti. La sua funzione principale è quella di produrre gli ormoni tiroidei Triiodotironina (T3) e Tironina (T4) che regolano gli equilibri metabolici dell’organismo, favorendo la trasformazione del cibo in energia. Alla tiroide spetta anche il compito di produzione della calcitonina, un ormone coinvolto nel corretto metabolismo del calcio”.

Il Checkup Tiroide, al quale si può aderire in tutte le sedi del Centro Biochimica, è un pannello di esami sierologici che analizza i principali parametri della funzionalità tiroidea e permette di identificare la presenza di tireopatie, disfunzioni della tiroide caratterizzate dall’alterazione dei livelli degli ormoni tiroidei nel sangue.  La maggioranza dei casi di tireopatie nell’adulto non dà sintomi e viene diagnosticata anche grazie agli esami sierologici che consentono di controllare il corretto funzionamento della tiroide.

“Il test sierologico per eccellenza – continuano dal Centro Biochimica – è il dosaggio TSH che serve ad analizzare l’attività della ghiandola tiroidea e la concentrazione dell’ormone TSH (thyroid-stimulating hormone), un ormone prodotto dall’ipofisi e deputato a coordinare la produzione degli ormoni FT3 e FT4. Si parla di ipertiroidismo in presenza di una bassa concentrazione del TSH nel sangue e da valori di FT3 e FT4 elevati. Quando la tiroide funziona meno del necessario si parla invece di ipotiroidismo. In questo caso il valore di TSH è elevato, mentre risultano bassi i livelli di FT3 e FT4. Fondamentali sono anche i Test Anticorpali che valutano la presenza degli anticorpi anti-tireoperossidasi (o anti TPO), anticorpi anti-tireoglobulina e anti recettore TSH.

Circa 6 milioni di italiani soffrono di disfunzioni legate alla tiroide. I principali campanelli d’allarme sono: stanchezza, senso di depressione associato ad una minore funzionalità della memoria, maggiore sensibilità al freddo e pelle che diventa più secca nel caso di ipotiroidismo. Perdita di peso, iperattività, irritabilità, sudorazione eccessiva, palpitazioni, nausea e dissenteria potrebbero essere invece i sintomi di ipertiroidismo.

Tenere sotto controllo il corretto funzionamento della tiroide è fondamentale soprattutto per le donne in pre o post menopausa, ma anche per gli uomini che hanno avuto casi di alterazioni tiroidee in famiglia”.

“Il Checkup Tiroide – concludono – è consigliato sia alle donne che agli uomini in presenza di sintomi associati a ipotiroidismo o ipertiroidismo, con storia familiare di alterazioni tiroidee, donne in pre e post menopausa per controllare la funzionalità della tiroide, donne in gravidanza e in allattamento per controllare le modificazioni fisiologiche della funzionalità tiroidea in queste fasi”.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#