Operazione “Coronavirus Shop”: sono 33 i truffatori del web scovati dalla Finanza. Coinvolti anche alcuni salernitani

E’ coinvolta la provincia di Salerno insieme a diverse citta Italiane nell’ambito dell’operazione denominata “Coronavirus Shop”, della Guardia di Finanza, partita da Torino a seguito della maxi operazione dei giorni scorsi che ha visto migliaia di articoli, spacciati come “antidoti” contro il virus, venduti a prezzi folli. Ionizzatori d’ambiente, mascherine, tute, guanti protettivi, prodotti igienizzanti, occhiali, kit vari, facciali filtranti, copri-sanitari, integratori alimentari insomma di tutto un po’, il cui utilizzo da parte dei consumatori, almeno questo è quello che è stato ingannevolmente pubblicizzato dai venditori, poteva garantire l’immunità totale dal COVID-19.  Finora sono 33 i truffatori del web scoperti che erano pronti a garantire una protezione totale dal contagio dal Coronavirus, grazie all’utilizzo delle più disparate apparecchiature di protezione individuale di facile reperibilità sul mercato. Anche in questo caso i prezzi alla vendita per ogni singolo articolo, hanno raggiunto le migliaia di euro. Le fiamme gialle hanno identificato imprenditori, tutti italialiani, rseposnabili di frode al commercio, reato per il quale rischiano finoa 2 anni di carcere. Sono state segnalate all’Autorità Giudiziaria 16 società coinvolte per la respnsabilità amministrativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *