Sfondano la porta del Pronto soccorso di Polla per far visitare una paziente “sospetta”. Arrivano i carabinieri

Sfondano la porta del Pronto soccorso di Polla per far visitare una paziente “sospetta”. E’ accaduto questa notte all’ospedale “Luigi Curto” di Polla quando al pronto soccorso è giunta una 50enne cilentana affetta da polmonite e con problemi respiratori. I familiari per evitare il triage esterno alla struttura ospedaliera, hanno cercato di entrare sfondando la porta d’ingresso del pronto soccorso. La donna è giunta da Roccadaspide al pronto soccorso dell’ospedale di Polla con una polmonite bilaterale e problemi respiratori, dopo una prima sosta proprio all’ospedale di Roccadaspide.  Visti i sintomi i sanitari del “Curto” hanno effettuato un tampone per verificare se la donna sia affetta o meno da Coronavirus. Si attende l’esito degli esami inviati al Cotugno di Napoli. La 50enne è attualmente ricoverata al reparato di Terapia Intensiva dell’ospedale pollese. Fondamentale nei momenti di concitazione l’intervento della Guarda Giurata presente nella struttura ospedaliera che ha provveduto a calmare gli animi in attesa dell’arrivo dei Carabinieri della locale stazione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *