Festa della donna, a Scafati, in una villa ma senza autorizzazione. Denunciato il proprietario

Aveva organizzato in una villa adibita a civile abitazione, una serata danzante con tanto di cena al tavolo, musica e menù a prezzo fisso di 20 euro a persona, in occasione della Festa della Donna. Il tutto però senza alcun tipo di autorizzazione o licenza commerciale è successo a Scafati.

L’evento, pubblicizzato sui social media e con volantini in città, ha fatto insospettire la Finanza che ha eseguito i controlli. Al loro arrivo hanno trovato camerieri addetti a servire ai tavoli, oltre 50 commensali, un responsabile di sala, cuochi che preparavano le pietanze del menù all’interno di una cucina dotata di attrezzature professionali. Quando, però, è stato chiesto al proprietario di esibire la licenza commerciale e le autorizzazioni previste, questi ha ammesso di esserne sprovvisto. Anche i sette addetti erano completamente in nero. Al proprietario della struttura è stata contestata anche l’illecita somministrazione di alimenti e bevande che prevede la sanzione amministrativa del pagamento di una somma fino a 15.000 euro. Accertato anche il furto di energia elettrica con un sistema di by-pass collegato ad alcuni pannelli fotovoltaici, che consentiva l’allaccio illegale alla rete pubblica per un danno di oltre 7.000 euro. Il proprietario della villa è stato quindi denunciato

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *