Don Vincenzo Gallo presente al raduno di Atena Lucana: “Nessuno ha bevuto dello stesso calice”

Al centro dell’attenzione dell’emergenza Coronavirus nel Vallo di Diano ci sono i raduni dei neocatecumenali ad Atena Lucana e Sala Consilina. Il primo al Kristal, il secondo nella chiesa di San Rocco di Sala Consilina. Tutte e sedici le persone risultate positive sono collegate in modo diretto o indiretto con quei raduni. A uno di questi ha partecipato per qualche ora, per le confessioni, anche Don Vincenzo Gallo che tiene a chiarire che sono state rispettate le distanze per le confessioni – e infatti lui ha terminato il periodo di quarantena e sta bene – e soprattutto in suo presenza e durante la cerimonia religiosa di Atena Lucana nessuno ha bevuto dallo stesso calice. Una situazione questa che sta diventando un vero e proprio caso dopo che è stata rilanciata dal governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca. Anche il vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro, Antonio de Luca ha smentito l’ipotesi dell’uso del calice in comune.

5 Risposte

  1. Vallodidiano ha detto:

    E certo, ora vi chiediamo pure scusa per aver infestato il vallo di diano intero quando erano già vietati i raduni

  2. Salese deluso ha detto:

    Ma quale quarantena ha fatto, che il 7 marzo era ai funerali per il trigesimo di un defunto nella chiesa dell Annunziata a Sala Consilina ed oggi è il 16 marzo…roba da denuncia!

  3. Salvatore ha detto:

    Il prete din. Vincenzo ha celebrato messa giorno 7 marzo 2020 come ha fatto la presunta quarantena??????????????? Se oggi è il16 marzo 2020??????

  4. Salvatore ha detto:

    Come è possibile che Don Vincenzo ha finito la quarantena che il 7 marzo 2020 ha celebrato messa e oggi é il 16 marzo?

  5. Giulio ha detto:

    Caro Don Vincenzo se è così, come mai ci sono stati tutti quei contagi ? se non è stato il calice è stato forse il pane spezzato e distribuito ai partecipanti ? se anche ciò non è avvenuto si dovrebbe pensare che il diavolo, che voi credete che esista, se non erro, ha spinto con il fiato il virus ed ha infettato tanta gente che pure rispettava scrupolosamente le distanze!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#