Emergenza Coronavirus, in prima linea anche il Saut di Teggiano. Il sindaco Di Candia procura le mascherine

Anche e soprattutto in questi delicati momenti dell’Emergenza Coronavirus continua l’attività del Saut di Teggiano.

Emergenza Coronavirus, in prima linea anche il Saut di Teggiano. Il sindaco Di Candia procura le mascherine

EMERGENZA CORONAVIRUS, IN PRIMA LINEA ANCHE IL SAUT DI TEGGIANO. IL SINDACO DI CANDIA PROCURA LE MASCHERINEAnche e soprattutto in questi delicati momenti dell’Emergenza Coronavirus continua l’attività del Saut di Teggiano. Gli operatori sanitari della struttura teggianese sono in prima linea, impegnati su due fronti: in primis, rispondendo alle chiamate selezionate dal 118, intervengono per il trasporto dei pazienti che potenzialmente presentano sintomi compatibili con il Coronavirus. In questo caso, con l’utilizzo di una ambulanza appositamente dedicata per il delicato compito, i pazienti vengono prelevati a domicilio e trasportati possibilmente a Polla (dove però c’è un solo posto disponibile per al momento) oppure a Eboli, Oliveto Citra o Vallo della Lucania. Ricordiamo che gli operatori del Saut di Teggiano si occupano soltanto del trasporto, non possono effettuare tamponi. L’altra ambulanza disponibile è invece dedicata agli interventi normali e di routine, quelli che prima del Coronavirus costituivano la principale attività della struttura sanitaria. Per le urgenze è stata poi allestita una struttura esterna di primo soccorso. Quindi gli operatori del Saut Teggianese sono in Prima linea, e non a caso il sindaco Michele Di Candia, operatore del settore e componente del consiglio dei sindaci dell’ASL Salerno, ha voluto contribuire alla loro sicurezza donando delle importantissime mascherine anti-contagio da utilizzare per proteggersi dal Covid-19.

Pubblicato da Italia Due su Martedì 17 marzo 2020

Gli operatori sanitari della struttura teggianese sono in prima linea, impegnati su due fronti: in primis, rispondendo alle chiamate selezionate dal 118, intervengono per il trasporto dei pazienti che potenzialmente presentano sintomi compatibili con il Coronavirus. In questo caso, con l’utilizzo di una ambulanza appositamente dedicata per il delicato compito, i pazienti vengono prelevati a domicilio e trasportati possibilmente a Polla (dove però c’è un solo posto disponibile per il momento) oppure a Eboli, Oliveto Citra o Vallo della Lucania. Ricordiamo che gli operatori del Saut di Teggiano si occupano soltanto del trasporto, non possono effettuare tamponi. L’altra ambulanza disponibile è invece dedicata agli interventi normali e di routine, quelli che prima del Coronavirus costituivano la principale attività della struttura sanitaria. Per le urgenze è stata poi allestita una struttura esterna di primo soccorso. Quindi gli operatori del Saut Teggianese sono in Prima linea, e non a caso il sindaco Michele Di Candia, operatore del settore e componente del consiglio dei sindaci dell’ASL Salerno, ha voluto contribuire alla loro sicurezza donando delle importantissime mascherine anti-contagio da utilizzare per proteggersi dal Covid-19.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#