Piaggine, arriva il “dietro front” del sindaco Vairo: “Sì agli approvvigionamenti”

“Sì agli approvvigionamenti nei comuni di Sala Consilina, Polla, Atena Lucana e Caggiano, ma con le dovute precauzioni e l’utilizzo dei cosiddetti dispositivi di protezione individuale”- in sintesi è questo il chiarimento emanato attraverso una nota stampa nella giornata di oggi da parte del sindaco di Piaggine Guglielmo Vairo, bersaglio di non poche polemiche nelle ultime 48 ore dopo la sua ordinanza diffusa martedì scorso, che vietava “a tutte le attività economiche, di qualsivoglia tipologia, presenti sul territorio comunale di rifornirsi presso e da distributori provenienti dai comuni di Sala Consilina, Polla, Atena Lucana e Caggiano”. Un repentino dietro front da parte di Vairo nel comunicato stampa riportato di seguito.

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

l provvedimento sindacale è stato emesso in esecuzione dell’Ordinanza del Presidente della Giunta della Regione Campania n. 18 del 15 marzo 2020 ed ha disposto in ottemperanza alle misure ivi contenute per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019,  attesa la ripetuta contravvenzione delle norme sull’utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuale nello svolgimento delle attività aventi ad oggetto il  rifornimento di generi alimentari di prima necessità, come individuati dal DPCM 11 marzo 2020. La richiamata Ordinanza, pertanto, non aveva l’intento di vietare l’approvvigionamento in quanto tale, bensì l’attività suddetta compiuta senza l’utilizzo dei D.P.I. In tal senso si precisa che l’Amministrazione comunale di Piaggine inviterà le forze di polizia territoriali ad attivare il necessario monitoraggio degli ingressi al fine di consentire l’accesso nel territorio comunale per gli scopi e nelle forme consentite dalle disposizioni statali e regionali.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#