Il post-denuncia di Diego Di Novella, Farmacista del Vallo di Diano: “Viviamo in un posto così”

E’ un post che racchiude molta amarezza e anche di denuncia, quello scritto dal Farmacista Diego Di Novella sua pagina del Social Network Faceobok. Particolarmente significative le sue parole, attraverso le quali un operatore del settore sanitario denuncia le tante le carenze del “sistema” e chi vuole “mascherarle”.  Ecco il post:

“Conosco un Ospedale in cui mancano farmaci antivirali, e pure un infettivologo che possa dosarli.
Conosco un ragazzo in tenda che da tre giorni viene curato con Tachipirina e aiuto del Signore.
Conosco la sorella che da due giorni implora un tampone.

Conosco una Farmacia, che ha adottato da subito misure precauzionali come nessun esercizio commerciale del territorio comunale, che chiede tamponi per lo Staff, non tanto per la sua salute ma per la tutela altrui, e per continuare ad offrire il servizio pubblico cui è obbligata senza la diffidenza e il sospetto delle persone che vuole aiutare.
Conosco Comuni limitrofi che hanno impedito ad alcuni dipendenti di quella Farmacia di recarsi sul posto di lavoro.
In due giorni ho conosciuto tante vergognose carenze che bastano a giustificare tutti gli abusi di potere che servono per mascherarle.
Io, e il meraviglioso Staff di quella Farmacia, continueremo a lavorare, perché ci sentiamo bene.
Per quanto possa servire sentirsi bene se poi viviamo in un posto così”.

 

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Luigi ha detto:

    Poche parole ma chiare.bravo il farmacista. Condivido appieno le sue parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#