La Cicogna Bianca non ha paura del Coronavirus: è tornata per portare fortuna al Vallo di Diano

Chissà cosa avrà pensato la cicogna bianca tornando nel Vallo di Diano. È passato meno di un anno da quando, a fine agosto 2019, aveva lasciato il territorio valdianese, come ormai accaduto ben altre 24 volte, a partire dal 1996: un caso più unico che raro in Italia.

La Cicogna Bianca non ha paura del Coronavirus: è tornata per portare fortuna al Vallo di Diano

LA CICOGNA BIANCA NON HA PAURA DEL CORONAVIRUS: È TORNATA PER PORTARE FORTUNA AL VALLO DI DIANO

Pubblicato da Italia Due su Sabato 28 marzo 2020

Anni nei quali sono nati ben 67 cicognini, sempre sull’ormai famoso traliccio dell’Enel situato in località Termini di Sala Consilina, ai confini con Teggiano. Dunque nulla di strano se, come ogni anno accade, il maschio della cicogna è arrivato nel Vallo di Diano puntualissimo: e chissà però cosa avrà pensato, guardando dall’alto le strade e i terreni agricoli, solitamente brulicanti di vita e di movimento, ed invece ora quasi deserti. Forse nulla, perché poi in fondo il ritmo della vita animale e della natura prosegue incurante delle angosce degli uomini. Eppure il ritorno della cicogna bianca nel Vallo di Diano, documentato anche se da lontano questa mattina da un agricoltore di Teggiano, è anche un segnale positivo. La Cicogna Bianca è diventata infatti il simbolo ambientale e naturalistico del Vallo di Diano, e la sua presenza è uno di quelle meraviglie che lasciano incantati in questo splendido territorio. Non a caso i volontari dell’ATAPS, l’Associazione di Tutela Ambientale di Sala Consilina, dal giorno del loro primo avvistamento hanno accolto sotto la propria “ala” protettiva questi rari e splendidi uccelli, svolgendo la funzione di guardiani della loro tranquillità e di studiosi delle loro abitudini. Ora il maschio attenderà la femmina, e a fine giugno nascerà probabilmente la prossima nidiata di cicognini. Siamo certi che in quella occasione ne riparleremo in un contesto diverso: la cicogna infatti simboleggia anche la nuova vita, l’arrivo della primavera e la buona fortuna. E ne abbiamo proprio bisogno.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *