Il sindaco Cammarano “blinda” Rofrano. Proteste ai confini: “Trattati come profughi scesi dai gommoni”

In tempi di Emergenza Coronavirus -afferma il sindaco di Rofrano Nicola Cammarano- ognuno deve stare neL proprio comune di residenza, e ogni sindaco ha il dovere di tutelare la salute della propria popolazione.

Il sindaco Cammarano “blinda” Rofrano. Proteste ai confini: “Trattati come profughi scesi dai gommoni”

IL SINDACO CAMMARANO “BLINDA” ROFRANO. PROTESTE AI CONFINI: “TRATTATI COME PROFUGHI SCESI DAI GOMMONI”

Pubblicato da Italia Due su Lunedì 30 marzo 2020

Per questo motivo il primo cittadino ha chiuso attraverso ordinanza la strada Comunale Rofrano-Laurino, dall’incrocio con la SP Rofrano-Sanza fino al km 2,600. E per rendere ancora più perentoria l’ordinanza sulla carreggiata sono stati posti sulla carreggiata due enormi blocchi di cemento. La decisione però sembra aver provocato danni collaterali non di poco conto a chi è rimasto dall’altra parte del blocco. E che per motivi sanitari e altro ha sempre avuto Rofrano come punto di riferimento.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#