Giorno di lutto in Italia: bandiere a mezz’asta e un minuto di silenzio. Grande commozione per le vittime del territorio

Bandiere a mezz’asta sulle facciate dei Comuni italiani ed un minuto di silenzio alle 12.00. E’ questo il simbolico gesto, che oggi, ha unito tutta Italia da nord a sud per ricordare le vittime del coronavirus, per onorare il sacrificio e l’impegno degli operatori sanitari, per abbracciarci idealmente tutti, per essere di sostegno l’uno all’altro, come sappiamo fare noi sindaci.

 

Giorno di lutto in Italia: bandiere a mezz'asta e un minuto di silenzio. Grande commozione per le vittime del territorio

Giorno di lutto in Italia: bandiere a mezz'asta e un minuto di silenzio. Grande commozione per le vittime del territorio

Pubblicato da Italia Due su Martedì 31 marzo 2020

Un’iniziativa lanciata inizialmente  dal presidente della Provincia di Bergamo, Gafforelli per i sindaci del suo territorio e poi allargata in tutta Italia con l’adesione anche di Antonio Decaro sindaco di bari e Presidente dell’Anci che ha invitato tutti i sindaci italiani ad aderire. Anche nel territorio salernitano sono stati tanti i primi cittadini che hanno voluto onorare le vittime del coronavirus e le tante figure che combattono in prima linea contro la pandemia.  A partire dal presidente della Provincia di Salerno, Michele  Strianese anche sindaco di San Valentino Torio. “Nessuno deve essere lasciato solo, ha sottolineato Strianese.  È fondamentale rimanere compatti e muoverci in sinergia, con determinazione e spirito costruttivo. Oltre a seguire con attenzione le indicazioni che ci arrivano da Governo e Regione, tutti insieme, potremo uscirne solo se manteniamo vivi valori secondo me fondamentali. Fratellanza e solidarietà, con questi valori sarà possibile uscire da questo brutto momento storico. Nel Vallo di Diano,nel Tanagro e negli Alburni zone colpite da decessi e da un alto numero di contagi i sindaci hanno ricordato le vittime del coronavirus.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *