Il Comandante Nistri e don Franco Facchini ai Militari dell’Arma: “Grazie di tutto” e poi il ricordo del luogotenente Palestra

È apparso particolarmente commosso il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Giovanni Nistri, che con un video messaggio ha voluto rendere omaggio ai colleghi morti a causa del Coronavirus e a quelli che sono stati contagiati dal Covid-19 mentre erano in servizio dal Nord al Sud del Paese. In totale, sono 5 le vittime, altri 345 sono ancora ammalati e 21 i guariti tra i militari. “Già mi sono rivolto a voi il 28 febbraio – ha iniziato Nistri – con una lettera nella quale vi esprimevo tutta la riconoscenza per quello che già allora, all’inizio di questo periodo così tormentato per la storia della nostra Nazione stavate facendo per le popolazioni”, richiamando di fronte a tutti “quei valori che sono i nostri valori di coesione, spirito di corpo, affidabilità, senso di responsabilità. Ora, a distanza di poco più di un mese da allora, in un momento nel quale la situazione è ancora peggiorata, devo dire che voi, con la vostra azione sul territorio, avete superato ogni aspettativa. Ma non solo le aspettative del Comandante generale: voi avete superato le aspettative della popolazione e questo vi fa onore e vi deve rendere orgogliosi, così come rende me orgoglioso di essere il vostro Comandante“.

Ad unirsi ai ringraziamenti e al messaggio di vicinanza del Comandante Nistri ai Militari dell’Arma in servizio e a quelli purtroppo morti a causa del Covid-19, è stato anche il Cappellano Militare della Legione Carabinieri Campania don Franco Facchini. Don Franco ha ricordato oltre a quanto sia fondamentale in questo momento così delicato, avere dei riferimenti fermi e responsabili in grado di guidare le azioni di controllo e di governo dei nostri territori, ha rivolto un pensiero particolare al luogotenente Raffaele Palestra, carabiniere in servizio presso il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Salerno e alla sua famiglia. Il militare è spirato all’età di 51 anni a causa delle complicanze di una polmonite da coronavirus. Al comando provinciale di Salerno, il luogotenente Raffaele Palestra ha ricevuto il giusto tributo da parte dell’Arma dei carabinieri con una cerimonia semplice imposta dalle necessità del momento officiata da don Franco Facchini, alla presenza, tra gli altri del Generale di Divisione Maurizio Stefanizzi, Comandante della Legione Carabinieri Campania e dal Colonnello Gianluca Trombetti, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Salerno, oltre che dai suoi colleghi. Ed intanto, domenica 12 aprile si avvicina la Santa Pasqua. Una Pasqua del tutto anomala e sottotono, quella che si andrà a celebrare al tempo del Coronavirus, ma non per questo menomata nella sua grazia . Quest’anno, infatti, le liturgie per la festa più importante della cristianità verranno celebrate a porte chiuse. Don Franco, però non ha voluto far mancare il suo messaggio augurale e di vicinanza alle Forze dell’Ordine ed in particolare ai Militari dell’Arma. “La preghiera è la prima arma e la prima forza che i cristiani hanno per vivere la vita in comunione con Dio. C’è un grande appello da parte di tutti a riscoprire la preghiera come un fattore interiore, del cuore e della coscienza, e a rivolgersi a Dio personalmente. L’invito – continua don Franco –  è quello di riscoprire  la dimensione interiore di preghiera. In tutto il mondo si sta creando una rete di preghiera, che possa sovrapporsi alla rete di contagi. E che possa fungere da veicolo di consolazione alla sofferenza di questi giorni. Il compito dell’Arma riflette il senso di un servizio che scaturisce dal vangelo, verso la comunità, per la crescita del bene comune. Ed in questo momento particolare per la nostra nazione – ha concluso don Franco – che va il mio ringraziamento e la mia preghiera a tutti i Carabinieri impegnati oggi più che mai nel rendere servizio al prossimo”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#