La solidarietà ai tempi del Coronavirus. La “Fondazione Piergiorgio Avagliano” al fianco della Caritas salernitana

In questi tempi angoscianti e difficili per tutti, a causa della terribile epidemia del Coronavirus, riempie di gioia il cuore constatare che non c’è quarantena che tenga di fronte all’amore, alla carità e alla solidarietà. E’ davvero lodevole l’iniziativa della “Fondazione Piergiorgio Avagliano” di Pontecagnano Faino che decide di donare alla Caritas una quota generosa a sostegno del “pacco alimentare”, l’iniziativa che consente la distribuzione, alle famiglie più bisognose, di generi alimentari e beni di prima necessità.

Lo rende noto la stessa Caritas. “E si perché l’emergenza Covid-19 non è solo un’emergenza sanitaria, ma, purtroppo, anche economica…Sono numerosissime, infatti,  le famiglie che stanno attraversando un momento finanziario difficile. Molte attività lavorative sono state sospese, alcune aziende hanno chiuso, in molti hanno perduto l’opportunità di andare a lavorare e provvedere alle necessità del proprio nucleo familiare. Ma Caritas non lascia indietro nessuno e, seppure con molti sforzi, porta avanti la sua assistenza ai più bisognosi. Quando poi, sul proprio cammino, si ha la fortuna di incontrare altre realtà caritatevoli, che uniscono le loro forze alle proprie, allora il successo è garantito”.

La “Fondazione Piergiorgio Avagliano” non è nuova in queste iniziative. Tra essa, la Parrocchia SS. Giorgio e Nicola di Postiglione e la comunità postiglionese, c’è sempre stata una grande collaborazione, a sostegno di iniziative benefiche. E così, ancora una volta, ci si ritrova uniti e solidali: al fianco del direttore Caritas della Diocesi di Teggiano-Policastro, Don Martino De Pasquale, scende in campo la “Fondazione Piergiorgio Avagliano” e con il suo prezioso sostegno economico consente di portare avanti questo progetto di aiuto così importante.

Solo uniti nella carità, collaborando e sintonizzando i nostri cuori, è possibile superare anche i momenti più bui e vincere le sfide più difficili.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#