Si autotassano per donare mascherine e kit rapidi all’ospedale di Polla. Ecco la solidarietà della Curcio Trasporti e Servizi

Donazioni, offerte, idee: così le persone e le aziende combattono la crisi sanitaria e vengono in soccorso a medici, infermieri e istituzioni.

Succede anche a Polla, dove i dipendenti della “Curcio Trasporti e Servizi” si sono autotassati e attraverso una raccolta fondi hanno acquistato a favore dell’Ospedale “Luigi Curto” dispositivi medici e di protezione individuale. Infatti sono state già consegnate in ospedale, ben 600 mascherine chirurgiche, mentre 100 mascherine di tipo FFP2 e 200 kit diagnostici rapidi per fronteggiare il Covid-19, sono in arrivo nei prossimi giorni. Questa la notizia che giunge dall’azienda pollese che si occupa di trasporti, servizi e spedizioni in genere, nazionali ed internazionali. In queste settimane la flotta di autotrasportatori è operativa per garantire i prodotti essenziali nei supermercati e non solo. L’idea è partita proprio da chi ogni giorno percorre centinaia di chilometri a bordo di un camion, per assicurare generi alimentari e beni di prima necessità a tutta la comunità in Italia e all’estero. A questa iniziativa si sono allineati tutti i dipendenti del personale di ogni settore per sostenere il predisio pollese.C’è un pezzo d’Italia che combatte ogni giorno la battaglia contro il COVID-19 e anche se non compie gesti eclatanti non è meno importante. L’impegno delle persone e delle imprese non sempre si può misurare con il metro arido degli zeri che arricchiscono le donazioni. Nella difficile battaglia contro il contagio da Coronavirus ogni contributo fatto con entusiasmo ha un valore enorme, e in questi giorni le iniziative di cittadini e imprese per soccorrere mostrano un valore umano altissimo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#