Bozza dpcm proroga lockdown fino al 3 maggio, aprono librerie. Attesa per conferenza stampa di Conte

E’ terminata a Palazzo Chigi, a quanto si apprende, la riunione del premier Giuseppe Conte con i capi delegazione dei partiti di maggioranza, alcuni ministri e il sottosegretario Riccardo Fraccaro. La riunione è iniziata stamane poco prima delle 11 ma, riferiscono alcune fonti, ha avuto diverse pause.

Si sarebbe a lungo discusso delle parziali riaperture di alcune attività produttive che dovrebbero scattare dal 14 aprile: si sono confrontate, riferiscono le stesse fonti, le linee di chi voleva limitare al massimo le deroghe, come il ministro di Leu Roberto Speranza, e di chi invece voleva allargare le maglie, come la ministra di Iv Teresa Bellanova.

In una seconda fase della riunione si sarebbe invece discusso dei risultati dell’Eurogruppo e in particolare del Mes, su cui il M5s tiene una linea dura, mentre c’è chi come Iv apre al suo utilizzo.

La bozza del dpcm in fase di elaborazione in queste ore, a quanto si apprende, confermerebbe tutte le misure che limitano gli spostamenti e le attività produttive. Ma ci sarebbero alcune novità: potrebbe ripartire il commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria, potrebbero riaprire le librerie e i negozi di vestiti per bambini e neonati, ovviamente solo nel caso in cui potranno garantire tutte le regole di sicurezza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *