Gli Operatori Ecologici ai tempi del Coronavirus: “Siamo invisibili. Lavoro e rischi sempre, un grazie mai”

Noi non li vediamo quasi mai, perché lavorano per lo più quando stiamo ancora dormendo. Ma se non ci fossero loro, ne vedremmo immediatamente le conseguenze: in poche ore saremmo letteralmente sommersi dalla spazzatura.

L’Operatore Ecologico ai tempi del Coronavirus: “Siamo invisibili. Lavoro e rischi sempre, un grazie mai”

L’OPERATORE ECOLOGICO AI TEMPI DEL CORONAVIRUS: “SIAMO INVISIBILI. LAVORO E RISCHI SEMPRE, UN GRAZIE MAI”

Pubblicato da Italia Due su Venerdì 10 aprile 2020

Eppure nessuna parola, nessun ringraziamento, nessuna voce si è alzata fino ad ora per riconoscere il prezioso servizio prestato ininterrottamente anche in queste settimane, nonostante l’Emergenza Coronavirus, dagli Operatori Ecologici. Che il loro il loro lavoro lo fanno ugualmente, a Sala Consilina e negli altri comuni del Vallo di Diano. Efficacemente, silenziosamente, nonostante i rischi del Covid 19. Ma un po’ di amarezza resta, come conferma uno degli operatori ecologici di Sala Consilina.

“La cosa brutta è che nessuno ci ascolta, figuriamoci dirci grazie. Gli operatori ecologici vengono sempre trattati come l’ultima ruota del carro. La realtà invece è che tutti dobbiamo stare a casa, ma il «settore spazzatura» no. Perché se no il paese è invaso. Ma non hanno mai pensato ai rischi che anche noi possiamo correre”.

E così si lavora silenziosamente, facendo i conti con la maleducazione e i comportamenti vergognosi di alcune persone, che gettano guanti monouso e mascherine ai margini delle strade.  

“Il cittadino ama fare reclami, ma non capisce che anche noi siamo in pericolo, e non abbiamo un vaccino che ci fa stare immuni. E ti buttano in faccia la frase rituale «noi la spazzatura la paghiamo». Questo lavoro è sempre sottovalutato”.

Sottovalutati e spesso malpagati, gli Operatori Ecologici fanno parte di un sistema gestito da Cooperative, che genera a volte situazioni al limite e rapporti difficili.  Situazioni che, soprattutto in questa fase di Emergenza Coronavirus, diventano ancora più pesanti da sopportare.

“La gente può dire ciò che vuole, ma alcune persone non conoscono la nostra realtà. Siamo al lavoro dalle 5 del mattino, e per questo nessuno ci vede. Lavoriamo in silenzio e finiamo in silenzio. La gente resta a casa per proteggersi dal Coronavirus e puntualmente butta la sua spazzatura, che puntualmente noi raccogliamo. Mai nessuno a dire «grazie a voi le strade i vicoli sono puliti»”.  

E invece è proprio così: se le strade e i vicoli di Sala Consilina e del Vallo di Diano sono puliti, il merito è degli Operatori Ecologici. Anche loro va detto un grande “GRAZIE” per quello che stanno facendo, in questo tempo così difficile dell’Emergenza Coronavirus.

FEDERICA PISTONE E ANTONIO SICA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#