Amori proibiti ai tempi del Coronavirus: così le coppiette “abusive” si incontrano nei parcheggi dei supermercati!

L’amore trova sempre una strada, ma questa volta ha trovato un… parcheggio. Più precisamente non uno ma tanti parcheggi: in particolare quelli dei supermercati, tra le poche attività commerciali rimaste aperte nonostante la quarantena stretta di alcuni comuni, e le restrizioni generali imposte per combattere il Coronavirus. In queste settimane a quanto pare gli operatori che operano nel settore dei supermercati del Vallo di Diano hanno dovuto fronteggiare i comportamenti dei furbetti, degli irresponsabili e pure degli “amanti in crisi d’astinenza”.

Amori proibiti ai tempi del Coronavirus: così le coppiette “abusive” si incontrano nei parcheggi dei supermercati!

AMORI PROIBITI AI TEMPI DEL CORONAVIRUS: COSÌ LE COPPIETTE “ABUSIVE” SI INCONTRANO NEI PARCHEGGI DEI SUPERMERCATI!

Pubblicato da Italia Due su Lunedì 13 aprile 2020

Delle prime due categorie si è detto già molto, perché sono comportamenti diffusi ovunque: ritornano nello stesso negozio anche 4/5 volte al giorno per poche cose, oppure arrivano in due (marito e moglie) ed entrano con due carrelli diversi facendo finta di non conoscersi. O ancora, se l’addetto alla porta d’ingresso si distrae un solo attimo, ecco che una marea di clienti è pronta a riversarsi all’interno. Sono condotte molto negative che purtroppo ormai conosciamo bene. Ma negli ultimi giorni, tra le varie categorie, nelle denunce degli operatori del settore si è aggiunta quella degli “amanti”. Questi ultimi meritano un capitolo a parte: per le tante coppiette giovani, che non sono sposate e che non hanno regolarizzato la loro convivenza, la separazione “forzata” deve essere stata davvero durissima. In alcuni casi insopportabile. Così come pure per le coppie di amanti irregolari: facile immaginare il peso opprimente di essere costretti per intere giornate con i propri mariti e con le proprie mogli, senza potersi rifugiare nemmeno per qualche ora nell’abbraccio liberatorio del proprio amante. Insomma un vero e proprio delirio d’amore represso, e di ormoni agitati: ed ecco che gli amori “proibiti” a causa del Coronavirus, hanno alla fine trovato la strada, anzi i parcheggi. Le segnalazioni ci sono arrivate dagli operatori di diversi supermercati valdianesi: alcune auto restano parcheggiate, possibilmente in posizioni “strategiche”, a volte per ore. Si arriva, ovviamente, su auto diverse, con la “scusa” della spesa. Che si effettua anche, almeno un minimo, per avere pronta la “giustificazione”: utile quando si è fermati per un controllo, oppure quando si torna a casa. Ma poi si unisce l’utile al dilettevole, dando sfogo ai propri ormoni. E magari, quando si torna a casa in ritardo, ci si lamenta pure della “fila pazzesca” che si è dovuta sopportare a causa dell’emergenza. Insomma gli “amori”, più o meno proibiti, vanno avanti anche al tempo del Coronavirus. Tutto sotto gli occhi prima allibiti e poi sempre più irritati degli operatori dei supermercati, che però hanno iniziato ad avvisare le Forze dell’Ordine. A parte la scomodità della location, una volta riaperto lo sportello dell’improvvisata alcova, il rischio di un bel verbale è molto concreto.

NB: Abbiamo trattato questo articolo in modo “leggero”, ma gli operatori dei supermercati che ci hanno fatto le segnalazioni non sono per nulla divertiti: i comportamenti segnalati violano le ordinanze anti Coronavirus in vigore.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#