“Io miracolato, così sono guarito dal Coronavirus”. La testimonianza del dottore Gianni Barone di Polla

Ha fatto notizia la guarigione di Gianni Barone, primario di Chirurgia generale del Fatebenefratelli di Napoli, originario di Polla e risultato positivo al Coronavirus. “Ero di notte a letto con la febbre alta e la polmonite, respiravo male – è scritto sull’edizione napoletano de Il Mattino – dovevo firmare il consenso informato per essere sottoposto il giorno dopo alla terapia Ascierto, ultimo tentativo prima di andare in rianimazione. Ho visto una luce, sentito calore e udito una voce indecifrabile che mi ha detto che sarei guarito. Ho iniziato a sudare e al mattino ero guarito”.

Secondo quanto scritto sul sito del quotidiano il medico molto noto nel Vallo di Diano si è accorto del contagio intorno al 6 marzo quando incontro un collega con tosse e che poi gli dirà di essere positivo. Nel frattempo Barone si messo in quarantena da solo, e il primo tampone risulta negativo

“Il 19 e il 20 marzo inizia a salire la febbre senza alcun altro segno.  Mi sono messo a letto in casa restando sempre isolato dal resto della famiglia. Il venerdì 20 la febbre diventa incessante, la domenica 22 comincia la tosse. Un mio amico infettivologo, sapendo che ero negativo pensa all’influenza. Decido però di iniziare la cura con un antibiotico e la clorochina. Ciononostante sto sempre peggio. Chiamo il 118 e faccio un altro tampone. Il prelievo lo faccio da solo . La domenica successiva, dopo il responso positivo, comincio a star male e chiamo il 118. Mi portano al Cotugno. Alla Tac emerge la polmonite bilaterale ai lobi superiori. La emogasanalisi è alterata. Mi mettono la maschera ad ossigeno di Venturi a permanenza ad alto flusso e ne trovo giovamento. Iniziano a somministrarmi gli antivirali. Adesso parlo bene ma la voce era andata via. Non miglioravo e volevano portarmi in terapia intensiva. In piena notte ho avuto una visione e sentito una voce. Avevo i brividi per la febbre e sono stato avvolto come da una luce e un calore. Sento una voce indecifrabile, quasi sussurrata, che mi dice stanotte guarirai. Dopo un’ora, senza prendere nulla, ho sudato tanto. Mi sono cambiato due volte. Gli infermieri si sono stupiti”, così racconta Barone ciò che gli è avvenuto.

 

https://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/coronavirus_a_napoli_gianni_barone_primario_guarito_ultime_notizie_oggi-5169260.html

3 Risposte

  1. ANTONIO WANCOLLE ha detto:

    Un abbraccio fraterno, forte forte.!!!
    Rimettiti presto, Amico mio.
    Un bacio a tutti

  2. Alessandro Pasciuto ha detto:

    La ricordo per la sua bonarieta, professionalità e spiccate doti umane quando mi ha operato. Sono contento che ora stia bene e le faccio i miei auguri più sinceri di pronta completa guarigione

  3. Maria ha detto:

    Ha bontà che traspare dal suo volto. A Dio Padre nulla e impossibile tutto può. Quando avviene un miracolo lui sa e ha i suoi buoni motivi .Grandioso Dio e una buona continuazione nel suo operato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#