FIALS: “Prestazioni aggiuntive, l’ospedale San Carlo promette ma non mantiene”

Grande è la delusione tra il personale sanitario dell’Ospedale San Carlo di Potenza impegnato nella copertura dei turni scoperti per l’emergenza COVID 19:
“L’Azienda non ha rispettato gli impegni presi – commenta con amarezza il segretario provinciale della Fials Giuseppe Costanzo –  con i lavoratori chiamati a uno sforzo straordinario per combattere l’emergenza pandemia”. Per il responsabile del sindacato autonomo “si tratta di un errore molto grave, a prescindere dai molti aspetti etici e istituzionali, che pure sono rilevanti. Parliamo strettamente della gestione delle risorse umane: se tu chiami le gente a un turno di copertura assicurando loro che il trattamento economico sarà adeguato alle prestazioni aggiuntive non puoi rimangiarti la promessa a bocce ferme. Perché la motivazione del personale è fondamentale per reggere allo stress di questi giorni terribili. E un’Azienda inaffidabile scoraggia anche i dipendenti più generosi che hanno dimostrato di essere disponibili e capaci di grandi sacrifici” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#