Polla riscopre la libertà ma nel modo sbagliato tra footing, passeggiate e idee irresponsabili. I cittadini: “Vogliamo più controlli”

Polla è fuori dalla zona rosa e questo vuol che dire, solo, che non ci saranno i militari dell’esercito italiano a presidiare lo svincolo autostradale e il centro del paese. E che alcuni lavoratori potranno tornare in azienda. Basta. Il resto, ovvero fare footing, passeggiate per il paese, oziare sulle panchine delle piazze non è ancora permesso. Si tratta di un gesto irresponsabile che rischiare di far cadere nel vuoto il mese di quarantena per tutto il paese. I tre agenti della Polizia locale sono – per ordini della questura – chiamati a presidiare la strada che collega Polla con Sant’Arsenio, per il resto non pare ci siano tantissimi controlli. Diversi cittadini hanno scritto in redazione chiedendo “più controlli per uscire da questa emergenza”. Qualcuno all’interno dell’amministrazione voleva togliere i blocchi che chiudono le strade secondarie, un’idea però rimandata al mittente da altri amministratori. C’è anche chi ha ripreso l’attività di footing. Polla ha 14 persone contagiate dal virus e ha pianto un morto, diverse decine in quarantena e potrebbero esserci asintomatici e vettori del Covid-19. L’emergenza non è affatto finita, quindi. Non verranno pubblicate certamente foto di assembramenti o di passeggiate e footing, non è nostra intenzione e scopo dare la caccia al trasgressore, bensì far capire che il contagio è ancora qui, che il Covid è ancora presente e non se ne è andato come ha fatto l’esercito. Il nostro scopo è sensibilizzare alla responsabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#