A Sassano sono due i guariti dal Covid-19. Tommaso Pellegrino: “Ospedale di Sant’Arsenio abbiamo perso un’occasione importante”

A Sassano sono due i guariti dal Coronavirus. A renderlo noto con una diretta Facebook è il sindaco Tommaso Pellegrino. Nei prossimi giorni verrà effettuato anche il secondo tampone agli altri 5 contagiati del paese, ai quali il primo è risultato negativo.

“Dobbiamo continuare a mantenere la prudenza – dice Tommaso Pellegrino – il numero dei contagi si è drasticamente ridotto anche a livello nazionale. Ma ancora di più oggi dobbiamo essere responsabili e non possiamo permetterci di sbagliare. Oggi ci stiamo preoccupando di far ripartire il Paese, con regole certe e alle quali tutti ci dobbiamo attenere. In italia – continua – non c’è stata un’adeguata protezione degli operatori sanitari infatti c’è stato un numero maggiore di contagi rispetto ad altri Paese del personale sanitario. Proteggere il personale sanitario dovrebbe essere la priorità, anche attraverso i test sierologici rapidi”.

Pellegrino poi parla anche della riapertura dell’Ospedale di Sant’Arsenio che poteva essere utilizzato come percorso dedicato al Covid-19. “Abbiamo perso un’occasione importante – dice – perchè avevamo dei fondi già assegnati in tempi non sospetti all’Ospedale dalla Regione Campania e dall’Asl di Salerno per degli interventi strutturali nella realizzazione di un presidio di medicina territoriale. In questa emergenza sanitaria visto che c’erano già dei fondi assegnanti si poteva superare tutta quella burocrazia che determina rallentamenti nelle fasi di realizzazione dei lavori“.

Il sindaco Pellegrino poi parla di sbloccare il cantiere dei lavori pubblici e a tal proposito ha firmato un appello insieme a 516 sindaci: “facciamo ripartire i cantieri dei lavori pubblici con regole certe e rigorose. Velocizziamo i tempi attraverso la sburocratizzazione e la semplificazione dei procedimenti amministrativi. Le Imprese – afferma –  già in grande difficoltà, non possono e non devono confrontarsi con gli infiniti cavilli della burocrazia italiana. Scuole e strade rappresentano la priorità, rendiamole più sicure soprattutto in un momento in cui tali lavori si possono realizzare senza creare disagi ai nostri cittadini e ai nostri ragazzi”.

Il sindaco Pellegrino parla anche del lavoro dei campi che può essere svolto con le dovute accortezze. Tra le altre cose, il 4 maggio prossimo riapre anche il cimitero del paese ma anche lì con delle regole da seguire.

Pellegrino infine ringrazia ” le Forze dell’Ordine, in particolare la Stazione Carabinieri di Sassano comandata dal maresciallo Antonio Sirsi, la Protezione Civile, i volontari, la stampa, le famiglie per le donazioni fatte, e i cittadini per aver rispettato le regole. Ma serve ancora un altro sforzo per uscire completamente dalla situazione di emergenza sanitaria”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#