Firmata l’ordinanza, dalla ministra Azzolina, che regola l’esame di stato. “Sarà un esame vero e serio”

“Sarà un esame vero e serio” così afferma la ministra Azzolina, firmando l’ordinanza con cui fissa le regole della prova di maturità.

 Stessa ansia, stessa emozione la notte prima degli esami sarà come è stata per ognuno di noi, ma il giorno della prova, quello sarà totalmente inedito. Cambia per i maturandi, in tempo di coronavirus, la composizione della commissione d’esame, per quest’anno tutti i sei membri saranno interni, esterno soltanto il presidente, a stabilirlo l’ordinanza firmata dal ministro Lucia  Azzolina, che spiega “Sarà un esame serio e vero, ma occorre tener conto dell’emergenza, meglio quindi far valutare gli studenti a chi ne conosce il percorso”. I presidenti di commissione saranno nominati dagli uffici scolastici regionali, mentre i commissari saranno scelti dai consigli di classe riuniti on line, sarà comunque assicurata la presenza del commissario d’italiano e di uno o più docenti che insegnano le discipline di indirizzo. Se, come molto probabile, non si tornerà sui banchi, l’unica prova d’esame, resterà l’orale, ancora da stabilire, se sarà da fare on line o se almeno per quell’ultimo giorno si potrà tornare in classe.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *