“Non faremo asporto, troppe spese!”. Cono Tropiano della Pasticceria Peccati di Gola racconta le difficoltà del comparto

"Non faremo asporto, troppe spese!". Cono Tropiano della Pasticceria Peccati di Gola racconta le difficoltà del comparto

Pubblicato da Italia Due su Venerdì 24 aprile 2020

L’ordinanza del Governatore De Luca che ha dato l’ok all’asporto per bar, ristoranti, pasticcerie non incoraggia le attività campane a riaprire i laboratori per avviare, dal prossimo 27 aprile, la sola attività di asporto. “Troppe spese, troppe incertezze e soprattutto un provvedimento che potrebbe cambiare con un nuovo decreto governativo in vista del 4 maggio”: E’ quanto ha sottolineato Cono Tropiano, titolare della Pasticceria Peccati di Gola a Silla di Sassano, della Lanterna a Sala Consilina che abbiamo ascoltato in rappresentanza di un comparto in grave con lo stop delle attività per circa due mesi. Cono Tropiano, insieme al fratello, sono conosciuti ed apprezzati nel mondo della pasticceria. Hanno ampliato nell’ultimo anno anche la loro attività, ma purtroppo anche loro, stanno conoscendo le difficoltà del periodo di emergenza sanitaria e conseguenzialmente economica. Cono ci ha spiegato come le azienda abbiano bisogno di concretezza, di liquidità e di come la misura che prevede un finanziamento di 25 mila euro per imprese sia “corredata” da una serie di cavilli che portano solo ad allungare i tempi e a non dare ossigeno alle aziende.

La nostra videointervista con Cono Tropiano si è conclusa con un messaggio di speranza e con un grande invito per tutti i valdianesi. “Vi invito tutti, appena passata l’emergenza, ad una grande festa, dove naturalmente Cono ed il suo staff prepareranno tantissime bontà dolci e salate. Non mancherà una torta grandissima!”

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *