Ore decisive per i 1200 Tamponi effettuati a Sala Consilina. Ecco cosa si sa: i primi risultati ufficiali

Dopo lo screening effettuato giovedì 30 aprile a Sala Consilina si attendono in queste ore importanti conferme per quello che riguarda i risultati. Ricordiamo che i tamponi effettuati sono stati poco meno di 1200, un numero davvero rilevante ma necessario nella città capofila del Vallo di Diano, sia per l’alto numero dei residenti sia perché, non lo dimentichiamo, proprio Sala Consilina era stato uno dei cinque comuni valdianesi dichiarati “zona rossa” a causa dei focolai del Coronavirus individuati.

Ore decisive per i risultati dei 1200 Tamponi effettuati a Sala Consilina. Ecco cosa si sa: i primi risultati ufficiali

ORE DECISIVE PER I RISULTATI DEI 1200 TAMPONI EFFETTUATI A SALA CONSILINA. ECCO COSA SI SA: I PRIMI RISULTATI UFFICIALI

Pubblicato da Italia Due su Mercoledì 6 maggio 2020

Dunque c’è attesa ed anche un po’ di inevitabile ansia per il risultato dei tamponi, che sono stati effettuati in primis al Personale Medico Sanitario, al Personale di Pubblica Utilità, alle Forze dell’Ordine, alle Associazioni di Volontariato, agli Operatori Ecologici e del Trasporto Pubblico, agli Operatori per la vendita e la distribuzione di beni di prima necessità, ed  insieme ad aziende e istituti autorizzati ad operare nonostante l’emergenza Coronavirus. Al momento c’è un primo riscontro ufficiale, che riguarda esattamente 281 tamponi risultati negativi. Fin qui i dati ufficiali e confermati, ma filtra comunque un cauto ottimismo. Notizie ancora non confermate ufficialmente porterebbero a 1104 in tutto il numero dei tamponi risultati negativi, e circa 100 i tamponi dei quali ancora non si conoscono gli esiti. Ma, vale la pena ripetere, il condizionale è d’obbligo: fino a questa mattina di ufficiale ci sono soltanto i primi 281 tamponi che hanno dato esito negativo.  Le prossime ore saranno dunque risolutive, e la speranza è che i risultati consentano a tutta la comunità di Sala Consilina di tirare un primo sospiro di sollievo, e di potere guardare alla Fase 2 con un minimo di serenità in più. Ovviamente ricordando sempre che soltanto i comportamenti responsabili possono impedire il ritorno a quella terribile esperienza di Emergenza Coronavirus che nessuno vuole più rivivere.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *