Vicenda “San Pio”. “Trattative” in atto tra Comune, Consorzio e familiari per il trasferimento degli anziani

In merito alla vicenda dei nove anziani della “San Pio” di Padula e dell’ “ultimatum” del Comune al Consorzio Piano sociale di zona sul loro trasferimenti in quanto la struttura è stata privata di autorizzazione, secondo quanto riferisco dal Consorzio si sta procedendo all’esecuzione. Ma prima – ovviamente – si dovrà definire lo stato di autosufficienza e di salute dei nove ospiti. Si tratta – occorre ricordare – di nove persone non contagiate dal Covid-19 a differenza degli altri cinque risultati positivi e trasferiti a Salerno e Scafati. Il 17 aprile il Consorzio diretto da Antonio Florio ha disposto la revoca dell’autorizzazione, decisione contrastata al Tar dal proprietà e sulla quale si deciderà il 13 maggio. Ma nulla è stato fatto per la destinazione degli anziani tanto che il Comune, dopo aver avuto il parere dell’Asl, ha dato un ultimatum al consorzio. E ora si sta procedendo al trasferimento in raccordo con familiari e comune, secondo quanto riferito. Anche se alcuni familiari hanno dato mandato ai legali per verificare la situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *