Le difficoltà della Didattica a distanza. Mozione del consigliere Guzzo al Consiglio provinciale: “Non sempre garantisce diritto allo studio”

Al prossimo Consiglio Provinciale, Giovanni Guzzo Consigliere Provinciale del gruppo consiliare Partito Socialista Italiano presenterà una mozione che riferirà delle chiare difficoltà del mondo della scuola e dell’istruzione in generale. “Con particolare riferimento al Decreto Legge 8 aprile 2020, n°22 Art.2 Comma 3 emanato in data 8 aprile 2020 dal Ministro dell’Istruzione, che ha reso obbligatoria, fra le altre disposizioni, la didattica a distanza (DAD), uno strumento immediato che garantisce, non sempre con efficacia, il diritto allo studio per gli studenti ciò nonostante l’impegno costante dei docenti che praticamente, in questa fase delicata, sono riusciti ad imparare un “nuovo lavoro”. Tali provvedimenti adottati non garantirebbero, secondo Giovanni Guzzo ed il PSI, un definitivo ripristino dell’anno scolastico in corso e un regolare inizio dell’anno scolastico 2020-2021. Questo perché la DAD presenta molteplici criticità e svariate lacune attuative: disponibilità dei dispositivi tecnologici per tutti, problemi di connessione in molte aree del Paese (annoso problema del Digital Divide), problemi organizzativi dello spazio e del tempo domestico in relazione alle lezioni, studenti con disabilità o con difficoltà di apprendimento che ne accentuano la distanza e la fragilità, problemi di privacy che si manifesta in un accavallamento del parere dei genitori (che non dovrebbero proprio entrare in certi temi) con quello degli insegnanti.

E come si prospetta la chiusura dell’anno scolastico come ben sappiamo si concluderà senza la riaperture della scuole ed il prossimo anno scolastico partirà con grandi incognite, alle quali il Ministero dell’Istruzione fatica a dare risposte concrete e in alcune casi mancando di buon senso. Giovanni Guzzo percorre due strade: Nell’ipotesi di riapertura e la partenza del nuovo A.S. 2020-2021 si chiede:

  • non permettere l’accorpamento delle classi di 30 alunni evitando le c.d. “classi pollaio”
  • di riaprire gli attuali bandi di concorso e garantire un potenziamento dell’organico riaprendo le graduatorie degli insegnanti, come richiesto anche dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, così da evitare assembramenti nelle classi in sovrannumero. Il Concorso straordinario così proposto per chi ha più di tre annualità di esperienza, non consentirebbe in tempi brevi l’immissione in ruolo e il regolare avvio dell’A.S., ma soprattutto non garantirebbe la stessa sicurezza dei partecipanti al concorso.
  • di essere solidali con le sigle sindacali rappresentative e le associazioni di categoria per una piena ripartenza delle scuole e sostenere la necessità di un provvedimento legislativo che vada a garantire la fattibilità di un concorso per soli titoli e servizio con prova selettiva finale orale dopo aver svolto l’anno di prova
  • di garantire la continuità didattica riconfermando all’insegnante le stesse classi dell’anno precedente, permettendo di proseguire il proprio progetto didattico-programmatico, dando incarico ai circa 200 mila insegnanti precari, record assoluto corrispondente al 25% del corpo docente
  • di tutelare la continuità didattica di quei docenti precari che con lo stesso senso del dovere dei colleghi di ruolo hanno contribuito anche durante la DAD il regolare funzionamento della scuola pubblica italiana

Nell’ipotesi di un prosieguo della DAD per tutti gli studenti, in quanto non potrebbero esserci soluzioni efficaci e sicure affinché i ragazzi tornino tra i banchi di scuola in sicurezza si chiede:

  • il rispetto degli orari scolastici di mattina per gli studenti, per una maggiore resa e per dare continuità ed ordine nella vita dei giovani.
  • La fornitura preventiva e celere della strumentazione informatica a tutti
  • La connessione internet gratuita per chi impossibilitato ad averne una”.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *