In manette in sindaco di Praiano: sorpreso ad intascare “mazzetta” da 250 euro. Ecco come sono andati i fatti

In manette il sindaco di Praiano, Giovanni di Martino che riveste inoltre la carica di Presidente della Conferenza dei Sindaci della Costa d’Amalfi. Il primo cittadino è stato tratto arresto in flagranza di reato dalla Polizia ed è ritenuto responsabile del reato di concussione commesso in danno di un libero professionista. il sindaco è stato infatti sorpreso, a Salerno mentre intascava una mazzetta di 250 euro. I fatti sono spiegati in una nota della Polizia di Stato. L’arresto infatti è avvenuto dopo una denuncia sporta, presso gli Uffici della Squadra Mobile di Salerno,  da un libero professionista, nei confronti del primo cittadino che” si era reso responsabile di una richiesta concussiva nei suoi confronti”.

In manette in sindaco di Praiano: sorpreso ad intascare "mazzetta" da 250 euro. Ecco come sono andati i fatti

In manette in sindaco di Praiano: sorpreso ad intascare "mazzetta" da 250 euro. Ecco come sono andati i fatti

Pubblicato da Italia Due su Sabato 6 giugno 2020

L’uomo che ha sporto denuncia è un amministratore di condominio di un immobile di Praiano per il quale la scorsa estate erano stati riscontarti dei problemi al sistema fognario e  che vi era un problema sulle tubature principali sulla strada comunale. L’amministratore, inoltre,  aveva avuto un contatto con il Sindaco di Praiano, per la soluzione della problematica. Poi, lo scorso mese di maggio il professionista  nell’apprendere che sarebbero stati effettuati dei lavori sulla rete fognaria proprio dinanzi al condominio da lui amministrato aveva in sostanza concordato con la ditta incaricata  l’intervento di riparazione sulla rete fognaria nella parte di pertinenza del loro condominio.I lavori sono stati eseguiti, ma nel pomeriggio dello scorso 3 giugno l’amministratore ha ricevuto  riceva una telefonata dal sindaco di Praiano che lo invitava a raggiungerlo al Comune. E qui il sindaco avrebbe chiesto,  “per regolarizzare la pratica ed evitare possibili ripercussioni amministrative e pecuniarie e lungaggini burocratiche, la cifra in contanti di 250,00 euro”, dandogli appuntamento a Salerno per la giornata di ieri. Proprio a Salerno, con il  coordinamento della Procura della Repubblica di Salerno, che ha assunto la direzione delle indagini, è stato predisposto uno specifico servizio di pedinamento a cura di personale della Squadra Mobile che, nei pressi di un bar di via Roma, dopo aver osservato il sindaco mentre intascava la mazzetta di danaro richiesta dalle mani della vittima, ha immediatamente proceduto all’arresto in flagranza. Di Martino  è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#