Il video sulla fine del lockdown de “La Mosca del Mattino” e “MicroVallo” è un successo: raggiunte le 60 mila visualizzazioni

Ha raggiunto 60 mila visualizzazioni il video “Intanto ai confini regionali”… pubblicato 3 giorni fa sul web, precisamente sul blog “La Mosca del Mattino”, curata dal giornalista Pasquale Sorrentino in collaborazione con MicroVallo. Un video il cui successo segue quello di un altro video intitolato “Guardare e guarderemo” nel quale in modo originale, riproducendo un filmato dell’istituto “Luce” si evidenziano le possibili “funzioni” che dovrebbero svolgere gli Assistenti Civici. Il video “Intanto ai confini regionali” riprende una scena cult del cinema italiano del film “Non ci resta che piangere” e che vede protagonista il genio di Massimo Troisi e di Roberto Benigni con il dialogo surreale alla dogana ed il dazio richiesto di “un fiorino” appena i due valicano il confine. E così, anche questa volta la “Mosca del Mattino” e “MicroVallo” hanno voluto, strappando un sorriso, raccontare la data fatidica del 3 giugno, giorno in cui è stato possibile valicare i confini regionali dopo il lockdown a causa del Coronavirus.

Il video sulla fine del lockdown de “La Mosca del Mattino” e “MicroVallo è un successo: raggiunte le 60 mila visualizzazioni

Il video sulla fine del lockdown de “La Mosca del Mattino” e “MicroVallo è un successo: raggiunte le 60 mila visualizzazioni

Pubblicato da Italia Due su Martedì 9 giugno 2020

Ed lo hanno raccontato, in chiave moderna, con due assistenti civici al posto degli uomini che chiedono il dazio e due giovani studenti che tornando a casa, oltrepassano il confine tra la Campania e la Basilicata. La richiesta naturalmente non è di un fiorino, ma bensì di un’app immune, quell’applicazione che dovrebbe consentire di ricostruire i contatti fra le persone,  nel recente passato, la cui utilità è da molti messa in discussione. Insomma un salto dal 1492 al 2020. In entrambi i casi l’anno raccontato  è un anno surreale. Nel film Saverio, un maestro elementare, e Mario, un bidello, imboccano con la macchina una strada secondaria per evitare l’attesa di un passaggio a livello quando accade l’impensabile: un’improvvisa tempesta li porta indietro nel tempo fino al 1492. Anche l’anno che stiamo vivendo è stato stravolto  da una pandemia mondiale che paradossalmente ci ha riportato indietro nel tempo, ad alcuni insegnando qualcosa ad altri, invece, non scalfendoli per nulla.  Protagonisti di questo nuovo successo interamente made nel Vallo di Diano, girato in località “Campo di Venere” e che sta spopolando sul web sono: Pasquale Sorrentino (autore del testo), Michele Ficetola, Luigi Biscotti e Carmine Camardella. La regia del video è curata da Roberto Panzella con la consulenza tecnica di Williams Lamattina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#