Rapina a mano armata nel tabacchino di Padula. C’è un sospetto, denunciato un trentenne

C’è un sospetto, un trentenne, per la rapina in un tabacchino di Padula avvenuta qualche giorno fa. I carabinieri, infatti, hanno individuato e denunciato un possibile sospetto, un giovane valdianese, e sono in corso ulteriori accertamenti, oltre che sono state messe in atto alcune perquisizioni domiciliari e altri accertamenti saranno messi in atto nei prossimi giorni. La rapina si è consumata martedì mattina, intorno alle 6.30, pochi minuti dopo l’apertura del tabacchino in località Tempone, zona abbastanza isolata di Padula. Un giovane con il viso coperto da un passamontagna e armato di una pistola (ancora non ritrovata) è entrato nel tabacchino e ha minacciato con l’arma la giovane commessa che è stata costretta – senza subire violenza fisica – a consegnargli l’incasso, a quanto pare di poche centinaia di euro. Il malvivente è fuggito via e ha fatto perdere le proprie tracce. Immediato l’arrivo sul posto dei carabinieri della Compagnia di Sala Consilina che hanno avviato tutti gli accertamenti del caso, esaminando soprattutto le telecamere della zona e sono arrivati al giovane sospetto che potrebbe essere il responsabile del colpo. Nelle prossime ore potrebbero esserci ulteriori sviluppi per ricostruire l’intera vicenda e ricostruire l’intero quadro della situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#