Dl rilancio, slitta al 29 giugno il riesame alla Camera. Il Vallo di Diano attende

Bisognerà attendere i lavori alla Camera e al Senato per conoscere definitivamente le modifiche apportate al Decreto Rilancio, che tanto ha fatto discutere per l’esclusione di diversi comuni dai sostegni economici stanziati dal Governo. 

Slitta al 29 giugno l’avvio della discussione generale del Dl rilancio nell’Aula della Camera, come stabilito dalla conferenza dei capigruppo di Montecitorio. Il provvedimento contiene ben 266 articoli e 1.200 emendamenti segnalati. Tra questi c’è anche quello sui comuni dichiarati zona rossa per l’emergenza coronavirus, sulla base di provvedimenti statali o regionali. I comuni rientranti nelle zone rosse tra marzo e aprile, infatti, hanno diritto a misure speciali di sostegno economico e sociale. L’emendamento proposto da Federico Conte , da Del Basso De Caro, De FIlippo e Stumpo, include quindi anche le zone campane (Vallo di Diano, Ariano Irpino), con un ampliamento della dotazione economica, portata a 400 milioni. “L’approvazione dell’emendamento, su cui sono fiducioso, consentirà di rimediare a una ingiustizia intollerabile”- ha dichiarato il deputato salernitano Federico Conte di Leu. Il decreto e’ in esame in commissione Bilancio e secondo un primo calendario dei lavori, il via libera per l’Assemblea sarebbe dovuto arrivare entro il prossimo settimana. La Commissione riprenderà’ le votazioni delle proposte di modifica soltanto da lunedì’ 22 giugno per altre correzioni sollecitate. Il decreto legge dovrà’ poi passare al vaglio del Senato, la scadenza è fissata per il 18 luglio.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#