Salerno, tenta di uccidere il figlio di 7 anni. Raptus di follia di un 34enne

Salerno, tenta di uccidere il figlio di 7 anni Raptus di follia di un 34enne

Salerno, tenta di uccidere il figlio di 7 anni Raptus di follia di un 34enne

Pubblicato da Italia Due su Lunedì 22 giugno 2020

Ha cercato di uccidere il figlio di sette anni aggredendolo alla gola e al petto con delle forbici. L’intervento della moglie che ha fatto da scudo al piccolo ha evitato la tragedia. E’ quando accaduto sabato a Salerno, nella periferia della città. Il bambino sembra si trovasse in una stanza, quando intorno alle 9.30 il padre lo ha aggredito. L’uomo di 34 anni è stato poi arrestato dai Carabinieri intervenuti sul posto dopo essere stati allertati dai vicini.  Il bambino e sua madre sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, dove a entrambi sono state prestate le prime cure.  Il bambino è stato trasferito nel reparto di chirurgia pediatrica, per le ferite da arma da taglio da medicare. Le sue condizioni di salute sono buone, ma i risvolti del trauma preoccupano di più gli operatori sanitari. Sotto choc, il piccolo non interagisce molto, quasi non parla, vuole stare con la madre.  Anche la madre del bambino ha riportato alcune ferite: si tratta di lesioni superficiali, principalmente alle mani e alle braccia. Anche lei naturalemnte è sotto choc. L’uomo di 34 anni è ristretto nel carcere di Fuorni e controllato per evitare che compia gestio inconsulti: Dalle prime ricostruzioni sembra che i rapporti della coppia negli ultimi tempi fossero tesi e che l’uomo alternasse momenti di nervosismo e silenzi e solitudine. Inoltre, dalle notizie trapelate sembra che il bimbo avesse già all’altezza del collo ecchimosi. Bisognerà capire se riconducibile all’episodio dell’aggressione o ad eventuali altre aggressioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#