Ospedale di Polla. Il piano ospedaliero regionale prevede 4 posti di terapia semi-intensiva. Finanziamenti in arrivo

Nell’ambito del “Piano di riorganizzazione e potenziamento delle attività in regime di ricovero in terapia intensiva e in aree di assistenza ad alta intensità” della  Regione Campania pubblicato sul Burc nella  giornata di ieri ci sono  novità anche  per l’ospedale “Luigi Curto” di Polla.  L’atto regionale conferma i posti di terapia  intensiva della  struttura ospedaliera valdianese ad 8 ma aggiunge 4 posti letto per la terapia semi  intensiva capace di rispondere a qualunque tipologia di paziente critico, con necessità di assistenza respiratoria non invasiva, ma anche a pazienti chirurgici critici o con necessità di trattamenti continui e complessi riconducibili a situazioni pluripatologiche. Per quanto attiene il potenziamento dei posti letto di terapia Intensiva a livello regionale, si legge sul  Burc,  “è stato programmato un incremento di posti letto che determina a livello regionale un totale pari a 834 unità, rispetto ai 621 posti letto programmati dal DCA 103/2020. Resta inteso che, in caso di livelli di diffusione del contagio e pressione sui servizi non affrontabili con le sole strutture COVID dedicate, pur utilizzate al massimo della loro capienza, sarà l’intera rete potenziata delle terapie intensive e semi-intensive a contribuire alla garanzia della risposta assistenziale”.

La ripartizione dei finanziamenti del Piano Ospedaliero Regionale Le novità per l’ospedale di Polla riguardano anche alcuni finanziamenti. Il primo di circa 390 mila euro è destinato alla   “Rifunzionalizzazione con schermature anti covid-19; all’ integrazione degli impianti GAS Medicali e alla  modifica e/o installazione di climatizzazione con creazione di ambienti a pressione negativa”. Stessa cifra destinata all’ospedale “Immacolata” di Eboli. Giusto il doppio invece, ossia 780 mila euro, sono i soldi destinati al “San Luca “ di Vallo della Lucania mentre  davvero importante  è il finanziamento destinato all’ospedale di Agropoli:  885mila euro.  Poco più di 195 mila euro il finanziamento destinato per ilmedesimo scopo a Nocera, Sarno, Battipaglia, Roccadaspide e Oliveto Citra . Ed inoltre è previsto per l’ospedale “Luigi Curto” anche un finanziamento per l’acquisto di attrezzature di oltre 33 mila euro. Stessa cifra destinata a Vallo della Lucania. Sono invece, sempre per l’acquisto di attrezzature, ben 360  mila gli euro destinati all’ospedale di Eboli.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#