“Concorsone”, borsisti in arrivo anche nel Vallo di Diano: ecco dove. Da luglio al via la formazione in Comuni ed Enti

Sono in arrivo anche nel Vallo di Diano i borsisti che hanno superato le prove delle selezioni del “Concorsone” Ripam bandito dalla Regione Campania nell’ambito del Piano lavoro.

“Concorsone, borsisti in arrivo anche nel Vallo di Diano: ecco dove. Da luglio al via la formazione in Comuni ed Enti

“CONCORSONE”, BORSISTI IN ARRIVO ANCHE NEL VALLO DI DIANO: ECCO DOVE. DA LUGLIO AL VIA LA FORMAZIONE IN COMUNI ED ENTI

Pubblicato da Italia Due su Mercoledì 24 giugno 2020

Sono stati 2193 i giovani diplomati e laureati che si sono ritrovati nei giorni scorsi al Centro direzionale di Napoli per scegliere la sede presso la quale avvieranno il loro percorso formativo. Si tratta di Comuni, Comunità montane, Corte d’Appello di Napoli e Salerno ed altri enti e istituzioni della Campania che hanno aderito all’iniziativa della Regione Campania facendo richiesta di personale. Nel Vallo di Diano hanno aderito i Comuni di Montesano sulla Marcellana, Monte San Giacomo, Padula, Polla, Sant’Arsenio, Sanza e l’Ente Comunità Montana Vallo di Diano. Sono stati circa 150 mila i partecipanti alle prove preselettive, di cui circa 100 mila diplomati e circa 50 mila laureati. Un esercito di concorrenti, e anche per questo, alle prove selettive la scrematura è stata particolarmente incisiva: alla fine gli idonei sono stati 1162 della categoria C e 1031 della categoria D. A partire dal mese di luglio i borsisti saranno impegnati per dieci mesi presso gli enti locali che hanno aderito al bando, con un compenso medio di 1000 euro al mese. A Padula ad esempio ne sono attesi tre, sei a Sanza, uno a Sant’Arsenio, uno a Monte San Giacomo, tre presso la Comunità Montana Vallo di Diano. In alcuni casi, come a Montesano sulla Marcellana, la richiesta era di tre ma a luglio ne dovrebbe arrivare per il momento uno. E e così via. Ovviamente in varie aree e con diverse competenze, ed alcuni part time. Alla fine del percorso formativo dovranno sottoporsi ad una prova scritta, con la prospettiva –in caso di superamento- di restare in via definitiva presso le sedi scelte. Non tutti i comuni del Vallo di Diano hanno aderito al “Concorsone”, e su questo tema non sono mancate le polemiche ad esempio a Sala Consilina, che è tra gli 8 comuni che hanno detto “NO”. Comunque sia ormai il dado è tratto, e anche nel Vallo di Diano nei prossimi giorni sono attesi alcuni dei 2mila giovani del “Concorsone”.  Una iniezione di energie fresche per gli uffici pubblici valdianesi che hanno aderito, oltre che un notevole risparmio di costi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#