Rifiuti interrati, degrado e “cattive” sorprese al castello di Sala Consilina. In azione giovani volontari

Un gruppo di volontari di Sala Consilina, giovani e giovanissimi, in questi giorni ha rimboccato le maniche,  e hanno deciso di ripulire l’area del centro storico, soprattutto nei pressi del Castello Medievale, uno dei tanti luoghi belli e pieni di storia di Sala Consilina.  I ragazzi del comune capofila del Vallo di Diano hanno lavorato per ore e hanno purtroppo scoperto l’amara sorpresa di tanti, troppi rifiuti, anche sotterrati. Una zona che potrebbe valere tanto e che invece rischia l’abbandono.

“Abbiamo scoperto – raccontano – che da anni e anni si registra un vero e proprio accumulo di contenitori di latta, bottiglie di vetro e plastica che sono stati bruciati ripetutamente nel corso del tempo, creando uno strato uniforme di materiale inquinante dentro il perimetro di un luogo storico e all’interno di un parco naturale”. 

Le ragazze e i ragazzi di Sala Consilina il sabato avevano lanciato l’appello  per avere “rinforzi” e il giorno successivo altri giovani sono arrivati per continuare la raccolta rifuiti. “Abbiamo scoperto che quella era letteralmente solo la punta dell’iceberg. Tra i vari rifiuti che abbiamo dissotterrato un possibile pezzo di eternit ed una batteria (che abbiamo messo da parte fino a quando non avremo i giusti mezzi per smaltirli). Dopo aver terminato le buste a nostra disposizione (15) ci è stato subito chiaro che il lavoro è ancora lungo ed ha in serbo spiacevoli sorprese”.

Il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli ha inviato un messaggio di congratulazione e di solidarietà ai giovani salesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#