11 milioni di euro per le scuole del Vallo di Diano. Sala Consilina: organizzazione “complessa”, riunioni in corso

Buone notizie per la messa in sicurezza delle scuole del Vallo di Diano: sono in arrivo infatti circa 11 milioni 639mila euro, che costituiscono più del 30% del totale dei 33 milioni di euro destinati alle scuole salernitane rientrate nel piano di interventi di edilizia scolastica della Regione Campania.

11 milioni di euro per le scuole del Vallo di Diano. Sala Consilina: organizzazione “complessa”, riunioni in corso

11 milioni di euro per le scuole del Vallo di Diano. Sala Consilina: organizzazione “complessa”, riunioni in corso

Pubblicato da Italia Due su Lunedì 13 luglio 2020

A Sala Consilina sono due progetti finanziati, rispettivamente per 3 milioni 199mila euro e 1milione 725mila euro; due anche i progetti finanziati a Sant’Arsenio, rispettivamente per 2 milioni 320mila euro e 695mila euro, mentre a Teggiano arriveranno 3milioni 700mila euro. A fare la parte del leone sono gli interventi previsti per la messa in sicurezza antisismica delle scuole, ma la Regione Campania ha inoltre destinato alla Provincia di Salerno 4 milioni e 170mila euro per interventi di messa a norma degli impianti elettrici e di realizzazione di scale di emergenza, che si aggiungono ai 2 milioni di euro di fondi Pon per l’acquisto di banchi monoposto e per i lavori di manutenzione leggera, necessari a ricavare spazi più grandi per poter ospitare più alunni in sicurezza. Perché ovviamente la questione del distanziamento e delle norme anti-COVID da rispettare sono il tema all’ordine del giorno con cui tutte le scuole, a settembre, dovranno fare i conti. I Comuni destinatari di finanziamento regionale potranno avviare subito i lavori di messa in sicurezza, ma il tempo stringe ed in queste ore si lavora per farsi trovare pronti al suono della prima campanella. Tra interventi di messa in sicurezza pronti a partire, e norme anti-COVID da rispettare, l’organizzazione dell’imminente anno scolastico si preannuncia molto complessa, ad esempio, a Sala Consilina. Le scuole interessate dagli interventi di messa in sicurezza saranno quelle elementari di Via Matteotti, il Liceo Cicerone e le Scuole Medie G. Camera. A Sant’Antonio, poi, è previsto l’abbattimento e la ricostruzione dell’edificio che ospita le scuole elementari e dell’infanzia. Come si può immaginare far convivere i lavori che devono iniziare con le esigenze di sicurezza legate al COVID non sarà cosa semplice. Per questo sono in corso una serie di incontri tra tutti gli attori interessati, e al momento il sindaco Cavallone non esclude alcuna soluzione: dal trasferimento di alcuni studenti in altre sedi alla flessibilità degli orari scolastici.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#