Vaticano, nuove regole per le parrocchie, in via eccezionale i laici celebrano nozze, funerali e battesimi. Vietati i tariffari

Un nuovo documento della Congregazione per il Clero ridisegna il ruolo e le mansioni nelle parrocchie, dal quale si evince che solo in casi eccezionali con l’accordo dei vescovi, per sopperire alla mancanza di sacerdoti e diaconi sarà possibile affidare ai laici la celebrazione di battesimi, funerali e matrimoni. La decisione spetta al vescovo che a suo prudente giudizio potrà affidare ufficialmente alcuni incarichi, in primo luogo ai diaconi, alle persone consacrate e ai fedeli laici, sempre sotto la guida e la responsabilità del parroco. In particolare con il ‘si’ della Conferenza Episcopale della Santa Sede i laici potranno celebrare i matrimoni, nell’ottica di una visione aperta delle parrocchie, anche i non battezzati potranno collaborare con i parroci come educatori ad esempio o nell’assistenza ai malati. Stop alla pratica dei cosiddetti tariffari, la Santa Messa e i sacramenti non possono comportare un prezzo da pagare, si legge ancora nel documento, i fedeli saranno liberi di fare offerte anche in modo anonimo. Si sottolinea l’importanza del richiamo al ruolo di evangelizzazione, in quanto la comunità parrocchiale non diventi autoreferenziale, ma rimanga, soprattutto, un riferimento per poveri ed emarginati.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *