Coronavirus, Camerota. Il sindaco: “Alcun caso Covid e nessuno sottoposto a tampone”

Si è svolta questa mattina, al Comune di Camerota, una riunione tecnica di coordinamento interforze convocata dal sindaco Mario Salvatore Scarpitta, volta ad aumentare i controlli lungo tutto il litorale di Camerota per garantire sicurezza e il contenimento del Coronavirus. «Attualmente a Camerota non c’è alcun caso di Covid-19, nè tantomeno persone sottoposte a tampone – ha affermato il primo cittadino – ma vista la grossa mole di turisti che si riverserà sempre di più sulle nostre spiagge e sul nostro territorio, è bene organizzarsi in tempo. Garantire il regolare svolgimento del lavoro estivo è una necessità per i nostri paesi».

All’incontro hanno partecipato i vertici delle forze dell’ordine: il comandante dei carabinieri della locale stazione, Francesco Carelli; il comandante della guardia costiera, Sandro Desiderio; il sovrintendente del comando di polizia locale, Giovanni Cammarano. Attorno al tavolo erano presenti anche l’assessore alla Viabilità e alla Polizia municipale Manfredo D’Alessandro, l’assessore al Turismo Teresa Esposito, la delegata al Commercio Giusy Cammarano, la consigliera Mariateresa Reda.

Sono state esaminate le attività di monitoraggio e controllo del territorio per il contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19, che saranno implementate e intensificate fin da subito. Inoltre, già da domani, martedì, le forze dell’ordine e di polizia hanno predisposto una serie di controlli al fine di rilevare la presenza di eventuali assembramenti.

I carabinieri e i vigili urbani saranno impegnati soprattutto nell’identificazione dei turisti. Sono stati già predisposti posti di blocco e fermi anche a piedi nei pressi delle spiagge e dei luoghi più frequentati. I turisti dovranno fornire agli inquirenti le proprie generalità e dovranno necessariamente rendere noto il nome dell’alloggio dove trascorrono le vacanze. Raccolti i primi dati, le forze dell’ordine faranno visita alle strutture turistiche e agli appartamenti e affittacamere del territorio per verificare la corretta registrazione degli ospiti attraverso l’utilizzo della piattaforma PayTourist.

Annunciato pugno duro anche contro i commercianti abusivi e i venditori di oggetti contraffatti in spiaggia. Particolare attenzione sarà rivolta ai luoghi della movida e alle piazze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#