Rapina, danneggiamento e lesioni: le accuse al ladro arrestato a Polla. Ha ferito tre persone nel tentativo di fuga

Il 27enne albanese che nella serata di ieri ha tentato il furto in un’abitazione a Polla ma è stato scoperto dai proprietari è stato arrestato con l’accusa di tentata rapina, danneggiamento aggravato e lesioni personali. L’episodio si è registrato  nella serata di ieri lungo una strada laterale di via Campi. Alcuni rumori provenienti dall’abitazione,  in  quel momento vuota, hanno fatto insospettire alcuni vicini che hanno chiamato i proprietari che subito – stavano nelle vicinanze – hanno fatto ritorno a casa. I ladri stavano operando al primo piano quando, dal basso, il proprietario e altre due persone hanno urlato e hanno intimato loro di fermarsi. Uno dei due malviventi è  scappato dal balcone e ha fatto perdere le tracce, probabilmente atteso da un complice su una Audi A6, l’altro ha lanciato vasi e sedie dal balcone contro i tre, colpendoli e poi ha tentato la fuga, ma è stato bloccato. A questo punto con un cacciavite ha colpito gli altri due che però sono riusciti a immobilizzarlo e chiamare carabinieri e personale del 118. Il 27enne albanese è stato portato in ospedale con alcune ferite, così  come i tre cittadini (lesioni di circa 10 giorni). I carabinieri della stazione di Polla, dell’Aliquota Radiomobile e quella di Auletta che sono giunti sul posto hanno sequestrato arnesi atto allo scasso, una spranga di ferro e circa  mille euro addosso al giovane  probabilmente frutto di un altro furto. Accertamenti in corso. Le grave accuse rivolte al 27enne ladro possono portare a una condanna fino a dieci anni di carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *