Incredibile a Villammare: valdianese parcheggia l’auto in riva al mare per farsi un giro in acquascooter

Una multa di circa 200 euro per occupazione abusiva di suolo demaniale: tanto è costata la voglia di estate e di mare ad un turista di Sala Consilina. L’uomo era giunto martedì pomeriggio a Villammare con l’acquascooter trasportato su un carrello a rimorchio della sua autovettura.

Incredibile a Villammare: valdianese parcheggia l’auto in riva al mare per farsi un giro in acquascooter

INCREDIBILE A VILLAMMARE: VALDIANESE PARCHEGGIA L’AUTO IN RIVA AL MARE PER FARSI UN GIRO IN ACQUASCOOTER

Pubblicato da Italia Due su Giovedì 13 agosto 2020

Ma una volta arrivato in Località Le Piane evidentemente la voglia di mettere l’acquascooter in acqua ha prevalso su qualsiasi altra considerazione logica. Il tratto di spiaggia libera inserito tra due lidi balneari deve essergli sembrato una perfetta pista di rullaggio: preso dall’entusiasmo, il valdianese non ha esitato a percorrere con l’auto l’intero tratto di spiaggia libera, fino a parcheggiare praticamente sulla riva del mare la sua vettura con tanto di carrello. Certo deve aver pensato che in questo modo sarebbe stato molto più semplice e veloce scaricare l’acquascooter e metterlo in mare, per solcare finalmente le onde. Forse una improvvisa e incontrollata voglia di libertà dopo tante rinunce dovute al lockdown: fatto sta che la scena ha lasciato increduli ed allibiti i numerosi utenti dei lidi confinanti con la spiaggia libera presenti in quel momento. E di certo l’idea di parcheggiare auto e carrello vicino alla battigia non è stata gradita affatto dagli agenti del Comando della Polizia Locale di Vibonati, attentissimi e impegnatissimi, attraverso controlli a raffica, a far rispettare tutte le normative vigenti, per garantire la massima sicurezza in questa estate così particolare. E così le evoluzioni e il divertimento sull’acquascooter sono state interrotte bruscamente, e il turista valdianese è stato richiamato alla realtà. Una corsa dalle gioie delle onde e del mare ai margini della spiaggia, dove ad attenderlo c’era il comandante della Polizia Locale di Vibonati Antonio Quintieri ed una multa di circa 200 euro per occupazione abusiva di suolo demaniale. Una vicenda fortunatamente innocua ma che ha dell’incredibile, anche per il periodo, la settimana di Ferragosto. E che non può mancare di scatenare un pizzico di ironia e qualche sorriso, aggiungendo nuovi inediti standard alle “prodezze” compiute regolarmente da automobilisti valdianesi e cilentani.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *