Mamma con bimbo aggredita da randagi a Sala Consilina. La testimonianza: “Pietrificata con il bimbo in braccio”

Continuano le segnalazioni relative alla presenza di branchi di cani randagi a Sala Consilina.

Mamma con bimbo aggredita da randagi a Sala Consilina. La testimonianza: “Pietrificata con il bimbo in braccio”

MAMMA CON BIMBO AGGREDITA DA RANDAGI A SALA CONSILINA. LA TESTIMONIANZA: “PIETRIFICATA CON IL BIMBO IN BRACCIO”

Pubblicato da Italia Due su Giovedì 27 agosto 2020

In particolare a confermare la pericolosità del fenomeno arriva la denuncia di Maurizio, cittadino salese residente in Via Mezzacapo, che ha contattato la redazione di Italia 2 TV dopo aver visto il nostro servizio che documentava un branco di randagi di grossa taglia mentre scorrazzava tranquillamente nel centro cittadino poco dopo le 21:00. “Alcuni giorni fa –racconta Maurizio- ho assistito dal balcone a una scena spaventosa in Via Mezzacapo, all’altezza del Palazzo Morena: una mamma che passeggiava con il proprio figlioletto in tenera età è stata circondata da un branco di cani che hanno cominciato ad abbaiare in modo aggressivo contro i due sventurati. La poverina –continua Maurizio- per cercare di evitare il peggio è stata costretta a prendere il piccolo in braccio, rimanendo pietrificata dalla paura immobile sul posto”. Fortunatamente la reazione della mamma è stata la migliore possibile nella circostanza, ed ha evitato conseguenze ancora più pericolose. I cani si sono poi dati alla fuga, probabilmente in seguito al sopraggiungere di altre persone. “Ho segnalato questo ed altri episodi simili al557 Comando dei Vigili Urbani di Sala Consilina –assicura Maurizio- nonché al Servizio Veterinario di zona”. Sarebbero diverse infatti le occasioni nelle quali persone anziane sono state inseguite dallo stesso branco o da altri diversi in Via Mezzacapo.  Maurizio sottolinea che i randagi costituiscono un pericolo per la circolazione stradale, perché potrebbero causare sinistri, e che rappresentano anche una emergenza da punto di vista igienico, dando spesso affamati l’assalto ai rifiuti e spargendo quindi spazzatura ovunque, anche se i rifiuti vengono conferiti correttamente dai cittadini. “Per evitare ulteriori spiacevoli inconvenienti –conclude Maurizio- le Istituzioni preposte sono pregate di prendere seri provvedimenti”.  

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Enzo ha detto:

    Per fortuna che nel TG avevate detto che erano innocui e paurosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#