Le dichiarazioni di Giuseppe Ippolito e il giusto tributo a Carmine Olivieri nel “bilancio” di Geppino D’Amico

Le ultime dichiarazioni del santarsenese Giuseppe Ippolito, Direttore Scientifico dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma, ed il giusto tributo al Sostituto Procuratore Carmine Olivieri, molto stimato nel Vallo di Diano e scomparso pochi giorni fa, sono i temi all’ordine del giorno nel consueto appuntamento con il giornalista e storico Geppino D’Amico.

Le dichiarazioni di Giuseppe Ippolito e il giusto tributo a Carmine Olivieri nel “bilancio” di Geppino D’Amico

LE DICHIARAZIONI DI GIUSEPPE IPPOLITO E IL GIUSTO TRIBUTO A CARMINE OLIVIERI NEL “BILANCIO” DI GEPPINO D’AMICO

Pubblicato da Italia Due su Sabato 29 agosto 2020

TESTO DI GEPPINO D’AMICO

Ippolito invita alla prudenza: il virus è ancora non è ancora andato via

Di nuovo al centro dell’attenzione il nostro conterraneo Giuseppe Ippolito e non soltanto per il Covid-19. Sul tema, intervenendo alla trasmissione Agorà di Rai 3, ha ribadito due concetti che sostiene da tempo: “Bisogna essere prudenti. Il virus non se n’è mai andato, circola nel mondo e ci sono paesi in cui il numero di morti è ancora rilevante. La pandemia rallenta? Se lancia messaggi come questo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità sembra veramente uno dei tanti ‘grilli parlanti’ che ogni giorno deve occupare più spazi e dare notizie. È evidente che noi non ci libereremo presto di questa infezione, ma se ogni giorno diciamo “è aumentata un po’; è diminuita un po’, creiamo un senso di sconcerto”.

Parlando della sperimentazione del vaccino italiano anti Covid-19 in corso allo Spallanzani ha poi ribadito che “ci vorranno 2 mesi per avere le prime informazioni e 6 mesi per arrivare a regime”.

C’è poi una terza dichiarazione che farà discutere: “Abbiamo bisogno di migranti. Non bastano tutti i migranti che sono arrivati clandestinamente in Italia negli ultimi mesi. Al nostro Paese ne servono molti di più”.  Secondo Il Giornale quella di Ippolito sarebbe “un intervento a gamba tesa sulla delicata questione, quasi da consumato politico della sinistra più radical chic”. Che abbia deciso di entrare in politica? Probabilmente no, anche perché sempre in TV ha gettato acqua sul fuoco: “Strumentalmente la sanità può entrare in tutto, evitiamo questo tipo di diatribe”, ed ha poi ha invitato la politica a “non trasformare tutto in guerra”. Naturalmente, seguiremo gli sviluppi di questa vicenda.

Carmine Olivieri, un Magistrato sempre disponibile ad incontrare i giovani

In chiusura dell’intervento di oggi mi sia consentito ricordare con stima e grande considerazione il Magistrato Carmine Olivieri, scomparso nei giorni scorsi. Per diversi anni ha svolto con grande preparazione, professionalità e umanità le funzioni di Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Sala Consilina.

Nel Vallo di Diano si è fatto apprezzare per il lavoro ma anche per la disponibilità a contribuire alla crescita sociale e culturale del territorio. Personalmente ho avuto la possibilità di coordinare diversi dibattiti ai quali ha partecipato. Ricordo, in particolare gli ultimi due incontri organizzati dal Rotary: nel maggio 2018 a Teggiano, unitamente al Procuratore Nazionale antimafia, Franco Roberti, in occasione della consegna ai vincitori del Premio Giacumbi (il magistrato ucciso dalle BR a Salerno nel 1980), e lo scorso anno presso il Liceo Marco Tullio Cicerone di Sala Consilina, in un dibattito sul delicato tema del cyber bullismo. Una grave perdita per la Magistratura ma anche per il mondo sociale e culturale del Salernitano.

GEPPINO D’AMICO

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#