Sant’Arsenio, grande festa alla casa di riposo “Roseto” per i 100 anni di Vincenzo Tarateta di Auletta

Grande festa alla casa di Riposo “Roseto” di Sant’Arsenio per i 100 anni di Vincenzo Tarateta di Auletta. Purtroppo le misure anti covid, da seguire con ancora più attenzione in una struttura come quella che ospita nonno Vincenzo, non hanno permesso di festeggiarlo come voluto. Ma la coordinatrice Rosa Biscotti, insieme al personale della Casa di Riposo e ai figli di Vincenzo Tarateta, ai nipoti e pronipoti,  hanno comunque festeggiare l’importante traguardo raggiunto. Nato, ad Auletta, l’8 settembre del 1920, ultimo di 5 figli, Vincenzo Tarateta nel 1939 è partito come soldato per la campagna d’Africa alla volta della Libia. Nel 1943 è ritornato in Italia e fatto prigioniero dai tedeschi e deportato in Germania. Dopo due anni di prigionia, Vincenzo Tarateta ha fatto ritorno a casa e ad Auletta è stato insignito della “Croce di guerra”.

Ha ripreso il suo lavoro di contadino e successivamente di venditore ambulante di prodotti propri. Oggi Vincenzo Tarateta è purtroppo vedovo da due anni ma circondato dall’affetto di 5 figli,  di tanti nipoti e pronipoti e degli ospiti ed operatori della struttura ubicata in località San Vito a Sant’Arsenio  che lo hanno festeggiato con l’affetto che si riserva alle persone più care.

I festeggiamenti prevedevano la presenza anche del sindaco di Auletta, Pietro Pessolano e di quello di Sant’Arsenio, Donato Pica, ma per preservare la salute di Vincenzo e degli altri ospiti della struttura si è optato per una festa più ristretta.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#