Seconda ondata COVID, come si sta attrezzando l’Ospedale di Polla? Intervista al direttore Luigi Mandia

È purtroppo il tema del momento, la temuta “seconda ondata” del COVID 19. Alcuni segnali preoccupanti ci sono anche in Italia ed in particolare in Campania, e dunque è lecito domandarsi -come sta facendo la comunità del Vallo di Dianocome si sta attrezzando l’Ospedale di riferimento, il Luigi Curto di Polla.

Seconda ondata COVID, come si sta attrezzando l’Ospedale di Polla? Intervista al direttore Luigi Mandia

SECONDA ONDATA COVID, COME SI STA ATTREZZANDO L’OSPEDALE DI POLLA? INTERVISTA AL DIRETTORE LUIGI MANDIA

Pubblicato da Italia Due su Martedì 6 ottobre 2020

Abbiamo girato la domanda al Direttore Sanitario Luigi Mandia. Ricordando che nel periodo più difficile dell’emergenza Coronavirus il Reparto Covid dell’Ospedale Luigi Curto di Polla è stato il fiore all’occhiello e il baluardo nel Vallo di Diano contro la pandemia. Il reparto si è distinto per efficacia e professionalità, ma ovviamente con l’allentarsi dell’emergenza è stato chiuso. Il direttore Luigi Mandia fa il punto della situazione su come l’Ospedale di Polla si sta attrezzando soprattutto in vista della temuta seconda ondata del COVID, e su come attualmente viene gestito presso il Luigi Curto un paziente COVID del Vallo di Diano che necessita di ricovero, per l’aggravarsi delle sue condizioni oppure per controlli di qualsiasi tipo.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *