Coprifuoco, immagini shock da Napoli: notte di guerriglia urbana, Forze dell’Ordine aggredite

Guerriglia urbana questa notte a Napoli, zona Santa Lucia, nella prima notte di coprifuoco in Campania. Bilancio pesantissimo con migliaia di euro di danni causati dalla furia cieca di gruppi di estremisti e di violenti. Momenti di caos con sampietrini strappati e lanciati contro le forze dell’ordine, cassonetti incendiati, aggressioni ai giornalisti, lanci di fumogeni e cariche di alleggerimento.

 

 

2 risposte

  1. fusco antonio ha detto:

    …le immagini parlano da sole e ci raccontano di feccia squinzagliata dalla camorra e dalla politica con essa collusa ( lega e fascisti) per intimidire ed estorcere altri regali allo stato e permettere di vivere da parassiti a questa gente. Ma purtroppo la giornata ci ha offerto anche altri “personaggi” che hanno ” deliziato gli spettatori delle tv. Politici sbandati,incapaci,penosi, stregoni virologi a cui mancano solo i copricapi dei pellirosse, saccenti conduttori che non fanno altro che spaventare la gente sprovveduta che li ascolta. Questo il quadro di una parte di paese che sguazza nel caos insieme agli idioti che abbandonate le spiagge e le discoteche estive ora vanno ad impestarsi sulle piste da sci e nei rifugi montani. Mi spiace per quella parte di paese che cerca di seguire le regole e fa la sua parte di gente perbene. Dobbiamo solo sperare che finisca questa buriana del morbo e che dopo i migliori trovino la forza di annientare tutta questa feccia che ci sta portando alla catastrofe.

  2. fusco antonio ha detto:

    …le immagini parlano da sole e ci raccontano di feccia squinzagliata dalla camorra e dalla politica con essa collusa ( lega e fascisti) per intimidire ed estorcere altri regali allo stato e permettere di vivere da parassiti a questa gente. Ma purtroppo la giornata ci ha offerto anche altri “personaggi” che hanno ” deliziato gli spettatori delle tv. Politici sbandati,incapaci,penosi, stregoni virologi a cui mancano solo i copricapi dei pellirosse, saccenti conduttori prezzolati che non fanno altro che spaventare la gente sprovveduta che li ascolta. Questo il quadro di una parte di paese che sguazza nel caos insieme agli idioti che abbandonate le spiagge e le discoteche estive ora vanno ad impestarsi sulle piste da sci e nei rifugi montani. Mi spiace per quella parte di paese che cerca di seguire le regole e fa la sua parte di gente perbene. Dobbiamo solo sperare che finisca questa buriana del morbo e che dopo i migliori trovino la forza di annientare tutta questa feccia che ci sta portando alla catastrofe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *