Coronavirus, Conte firma il nuovo Dpcm: in semi-lockdown per un mese. Stop a bar e ristoranti alle 18

Le nuove misure previste dal Dpcm firmato sabato notte dal premier Conte, entrano in vigore da oggi e saranno valide fino al 24 novembre, ma vediamo cosa cambia: dalle 18.00 scatta lo stop per ristoranti, bar gelaterie e pasticcerie, tutti i giorni compresa la domenica, resta, invece, consentita la ristorazione senza limiti d’orario negli autogrill e negli alberghi solo per i clienti. Consentita la consegna a domicilio fino alle 24.00. Chiuse palestre, piscine, centri termali, centri benessere, impianti sciistici, si potrà fare sport all’aperto in modo individuale, sempre rispettando il distanziamento sociale. Rimangono aperti negozi a condizione che rispettino rigide misure di distanziamento, sanificazione, numero di persone presenti, raccomandato l’incremento dello Smart-working. Chiusura anche per cinema, teatri, sale concerto, discoteche, sale da ballo, sale scommesse, casinò e sale bingo. Sono vietate le feste all’aperto e al chiuso, dunque niente festeggiamenti dopo i matrimoni, sospese fiere, convegni e congressi. Non chiudono le chiese e i luoghi di culto, purché si rispettino le norme di sicurezza al fine di evitare assembramenti, può essere disposta la chiusura di strade, vie, piazze dalle 21.00 della sera. Fortemente raccomandato, non vietato, a chiunque di spostarsi fuori dalle proprie città, con mezzi pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio o per motivi di salute. Stesse regole valgono per gli spostamenti da una regione all’altra. La scuola resta in presenza per l’infanzia, elementare e medie, per le superiori si incrementa la didattica a distanza, almeno per il 75%, ricorrendo anche a turni pomeridiani e con l’ingresso non prima delle 09.00. “Così si lede l’autonomia della scuola”, il commento dell’associazione dei Presidi, “ Non si può imporre alle scuole qualcosa che solo i dirigenti d’istituto dovrebbero decidere”, sospese gite scolastiche, viaggi d’istruzione e visite guidate, restano aperti i musei nel rispetto dei protocolli di sicurezza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *