Coronavirus, nel Vallo di Diano sale ancora il numero dei positivi. Il bilancio

Sale ancora il numero dei casi positivi nel salernitano e purtroppo anche dei decessi. Una donna di 84 anni, di Casaletto Spartano, ha perso la vita nell’ospedale Immacolata di Sapri, dove era ricoverata da alcuni giorni. L’anziana è deceduta anche a causa del Coronavirus, infatti era risultata positiva. Occorre aggiungere che il quadro clinico era già piuttosto fragile, l’anziana è quindi morta anche a causa di patologie pregresse. Contagiato anche il presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese e il consigliere regionale di Noi con Salvini, Attilio Pierro. “Martedi notte – ha fatto sapere Strianese – ho avuto febbre, dolori, brividi di freddo, mal di gola, mal di testa. E’ stata una brutta nottata. Ieri mattina ho fatto subito il tampone e sono rimasto chiuso in casa. Ieri e oggi ho continuato ad avere sintomi simili a quelli dell’ influenza stagionale, presenti tutt’ ora. Sono dunque sintomatico ma come vi dicevo sto fondamentalmente bene”. Negli ultimi due giorni a San Valentino Torio, paese dove Strianese è sindaco altri 5 casi di contagio e 9 guariti. Pierro ha invece scritto di star bene e di non aver sintomi. Nel Vallo di Diano il totale dei contagi sfiora quota 180, dopo l’aumento dei casi nell’arco di un mese. A Sala Consilina balzo a 46 persone risultate positive al coronavirus. Ieri segnalati dall’amministrazioni 8 nuovi casi che fanno tenere alta l’attenzione nel centro più popoloso del circondario.  A Sanza e San Rufo, tra i pochi centri fino ad ora Covid free, sono stati resi noti in queste ore i primi casi di contagio. A San Rufo si tratta di un giovane. Sale a due il numero dei casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore a Sanza, dove un’altra persona è risultata positiva. Si tratta di un uomo, asintomatico, il cui contagio non sarebbe riconducibile al primo caso. A darne notizia il sindaco di Sanza, Vittorio Esposito che comunque conferma le buone condizioni di salute dell’uomo. Il primo cittadino nei giorni scorsi aveva già avvisato i suoi concittadini di non abbassare la guardia. Polla e Montesano registrano rispettivamente un solo caso nelle ultime ore, mentre a Teggiano e Buonabitacolo rispettivamente 2. A Sant’Arsenio sono 3 in totale da ieri i contagiati. L’ultimo caso in ordine cronologico questo pomeriggio, legato ad una donna in servizio presso l’ospedale “Curto” di Polla. La donna però sembra abbia contratto il virus da un’altra persona già positiva sempre di Sant’Arsenio. A Padula, invece 4. Proprio nella cittadina padulese è risultato positivo al coronavirus anche un sacerdote che si trova in isolamento. Il dipartimento di prevenzione dell’ASL Salerno sta provvedendo a ricostruire la catena dei contatti avuti dal sacerdote. Intanto questa mattina numerosi parroci del territorio si sono sottoposti a tampone in modalità drive in. Nel Golfo di Policastro, a Sapri raggiunti i 50 contagi mentre a Santa Marina sono la metà, considerando i 5 comunicati ieri sera. Anche nei piccoli centri di Casaletto, Vibonati e Camerota sono rispettivamente tre le persone positive al tampone ieri. Un’altra persona a Torre Orsaia e un altro nuovo contagio a Ispani. A Palomonte negli alburni sono 21 i contagi dopo un nuovo positivo registrato ieri. A Roccadaspide, dove fino a due settimane fa non si registravano casi di positività, segnalate 15 persone contagiate. Anche a Salerno c’è stata un’impennata di contagi. Ad oggi, infatti, sono stati superati i 180 contagi e nel mese di novembre, fino ad ora, altri 7 contagi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *